Fiducia in se stessi

Calibrazione, ricalco (rapport) e guida alla seduzione

Calibrazione, ricalco (rapport) e guida alla seduzione

Rapida guida alla seduzione

guida alla seduzione
guida alla seduzione

La comunicazione e’ un processo mediante cui arriviamo all’interazione con un’altra persona, sembra facile poter comunicare, invece entrano molte dinamiche che difficilmente tendiamo a scorgerne per questo alla fine arriviamo ad annoiarci e concludere la conversazione in un modo al quale non avevamo pensato.
Per mantenere viva l’interazione dobbiamo far caso a molte variazioni del BL (body language) e quindi in tal modo da prevedere l’effetto che avra’ sul nostro interlocutore.

Esempio stiamo parlando con una persona ed improvvisamente cambia posizione mettendo le braccia conserte, molto probabilmente hai detto qualcosa che avrebbe potuto offenderla. Da qui, puoi capire che hai sbagliato qualcosa, avendo la possibilita’ di riportare l’argomentazione su qualcosa di interessante e farla ritornare recettiva.


Ora questo e’ solo un esempio, ci sono molti altri comportamenti che indicano chiusura, senza contare gli altri atteggiamenti del corpo che indicano, disponibilita’ , gioia, dolore, indifferenza, ecc.

Noi quando ci troviamo in sintonia con una persona, tendiamo a copiare gli atteggiamenti del nostro interlocutore, cio’ si verifica quando la persona che abbiamo di fronte e’ simile a noi, quando abbiamo le stesse passioni ecc, cio’ si chiama “rapport”, ma non con tutti possiamo creare rapport immediatamente a meno che non calibriamo il nostro atteggiamento con quello del nostro interlocutore.

Guida alla seduzione : La Calibrazione

La calibrazione non e’ altro che l’attenzione riportata verso alcune caratteristiche della persona con il quale ci stiamo confrontando, ed esse sono:
– tono della voce
– respirazione
– velocita’ in cui parla
– parole ricorrenti
– atteggiamento del corpo
– ecc.

Insomma, non bisogna fare altre che notare alcune caratteristiche che il nostro interlocutore ha l’abitudine di fare durante una conversazione, quando siamo in grado di “copiare” il nostro interlocutore, si puo’ dire che siamo in RAPPORT, c’e’ da dire che questo processo va fatto in modo tale da non far notare alla persona che cio’ sia costruito, altrimenti pensera’ che la stai scimmiottando.

Una volta che sei entrato in rapport, riuscendo a calibrare il tutto in modo armonioso, si puo’ passare alla guida.
La guida e’ la capacita’ di portare l’interlocutore ad eseguire i tuoi movimenti e quindi ad aumentare la tua persuasivita’ nei suoi confronti, cio’ avviene dopo poco il rapport.

Come detto durante il rapport noi ci adeguiamo ai suoi atteggiamenti, al tono di voce e quant’altro ci propone, durante la guida invece siamo noi a spostarci, cambiare atteggiamento e tono di voce, e se abbiamo effettuato un buon rapport, lei non fara’ altro che seguirci.

Tutto questo processo fa si che la nostra comunicazione con il nostro interlocutore sia piu’ efficace e incisiva, non solo ma conoscendo il linguaggio del corpo puoi capire anche quando una persona e’ recettiva o no per una conversazione.

Ovviamente tutto cio e’ solo una piccola introduzione a quello che fa parte della vera comunicazione.

 

Se vi è piaciuto questo articolo su “Calibrazione, ricalco (rapport) e guida alla seduzione ” sentitevi liberi di lasciare un vostro commento!

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Fiducia in se stessi

Leggi gli altri articoli scritti da:

Data di pubblicazione: 

06/04/2009

Admin

Admin di PUATraining Italia - profilo usato per raccogliere gli articoli e le discussioni più interessanti per i nostri lettori, pubblicare guest post, ecc.

Un Commento

  1. La comunicazione è un flusso che non si svolge solo a livello di parole… Ma sotto le parole scorre un fiume sotterraneo denso di significati… Il linguaggio non- verbale.

    Il nostro corpo è un gran chiacchierone e spesso dice di più di ciò che noi vorremmo far sapere.
    Quindi bisogna prestare attenzione all’analogico della persona che abbiamo di fronte e di riflesso anche al nostro.

    Ma quest’articolo dice un concetto in più che io personalmente ignoravo: la calibrazione!

    Attenzione quindi anche al modo in cui si parla. Tono, velocità, respiro…
    Questo mi è abbastanza difficile da controllare, soprattutto quando sto in agitazione… Divento un fiume in piena e parlo, parlo per riempire i silenzi. Devo lavorare su questo.

    Devo respirare, calmarmi e abbassare un po’ l’ansia…

    Calibrazione quindi si chiama 😉 Una nuova cosa imparata grazie a voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Close