Autostima

La mossa Kansas City

La mossa Kansas City

La mossa Kansas City
La mossa Kansas City

Nel bellissimo film Slevin uno dei protagonisti parlava di un colpo segreto, la mossa Kansas City. Consisteva nel guardare a destra e colpire a sinistra. Quindi nel fare qualcosa di completamente controintuitivo per ottenere i propri obiettivi.

Cosa ha questo a vedere con la seduzione?

Il nostro istruttore negli USA Adam Lyons, secondo molti il più importante teorico al mondo sulla seduzione, considera la sicurezza in sè stessi (in inglese core confidence, quasi intraducibile) uno dei tre switch per l’attrazione.

La sua velocità nell’imporsi in poche settimane come il più importante Pua di Londra e di seguito di Inghilterra e poi del mondo derivano dal fatto che è riuscito nel suo percorso a fare tutto in solitudine.

Per chi è molto timido o addirittura ha ansia sociale la solitudine è il principale male e si configura come un certo grado (differente da persona a persona) di disagio nello stare in contesti pubblici, soprattutto se in presenza di persone attraenti del sesso opposto.

Normalmente ci si fa coraggio in compagnia di qualche amico allegro che in gergo “ci aiuta a pompare lo stato”.

Ecco, la mossa Kansas City che suggerisco per aumentare la sicurezza con gli altri è stare da soli! In poche parole imparare a sentirsi a proprio agio con la propria compagnia, però ATTENZIONE, in contesti sociali, non chiusi in casa davanti ad internet o a leggere libri.

Quindi provate a passare un’intera giornata fuori casa senza amici che vi accompagnano, dalla colazione in un bar affollato alla passeggiata nel parco o sulla spiaggia, dal pranzo al ristorante, visita al museo ed aperitivo alla moda per finire con la notte in una delle discoteche a ballare (sobri), DA SOLI.

Un’altra alternativa è fare una breve vacanza, anche questa in completa solitudine, partendo “all’avventura”.
Probabilmente all’inizio sentirete un certo disagio, soprattutto la prima volta.

Man mano che passerà il tempo vi abitueterete e sentirete l’esigenza e quasi l’obbligo di socializzare. Senza accorgervene inizierete ad allenare gli skill di base, riducendo in parte l’ansia di approccio.

 

Se vi è piaciuto l’articolo “La mossa Kansas City” sentitevi liberi di lasciare un vostro commento!

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Autostima

Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: essere a disagio con il sesso opposto

Data di pubblicazione: 

21/04/2011

Antonio

Antonio è un nostro ex-collaboratore ai nostri corsi di seduzione dal vivo. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Un Commento

  1. Bello e particolare il titolo di questo post 🙂

    Penso che sia fondamentale, per un vincente debutto in società, fortificare e imparare a conoscere sé stessi. La solitudine costruttiva, è sicuramente un ottimo suggerimento e aiuta a superare la timidezza e l’inibizione verso il mondo esterno.

    A mio avviso, è una buona tecnica per mettersi in gioco e confrontarsi, diventando man mano più autonomi e sicuri di sé stessi.

    Ma come in tutte le cose, ci vuole la giusta misura.. Non bisogna estremizzare, con lunghi periodi di isolamento da tutto e da tutti. In questo caso non sarebbe più una strategia costruttiva, ma distruttiva, e arriverete solo a diventare degli eremiti….

    L’uomo è un animale sociale… Ha bisogno dei suoi simili nel bene e nel male!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Close