Riconquistare una ex

Problemi di comunicazione nella coppia

Problemi di comunicazione nella coppia

problemi di comunicazione nella coppia
problemi di comunicazione nella coppia

Vi sembrerà forse assurdo ma ho deciso di affrontare un particolare argomento che sembra essere il cruccio della maggior parte delle persone che mi contattano per chiedere consiglio o anche semplicemente per capire i motivi quando una relazione sembra non andare. Sono tantissimi i ragazzi che mi scrivono “Sto in crisi: come devo fare con la mia ragazza?”, e nella migliore delle ipotesi dove almeno si è già focalizzato il punto mi viene chiesto: “come risolvo problemi di comunicazione nella coppia? ”

Voglio fare subito una grossa ola a chi, piuttosto che scaricare la colpa sulla donna oppure sulle situazioni che succedono, si analizza e capisce che alla base dei litigi, dei contrasti, dei periodi di crisi e/o di silenzi, non vi è l’amore che non c’è più, un amante o altri pensieri, ma piuttosto vi sono “solo” problemi di comunicazione nella coppia. Chi raggiunge già questo stadio è indubbiamente avvantaggiato rispetto a chi pensa di aver ragione e non affronta il perché del malessere della relazione.

Non tutti gli uomini danno importanza al dialogo purtroppo: ecco la causa di questa tipologia di problemi. Sì, le cose essenziali in un rapporto sono innanzitutto l’attrazione fisica, il contatto, l’impressione estetica e poi il carattere, ma si arriva ad un punto, cari lettori, che bisogna conoscersi e parlare, ma soprattutto ascoltare. La donna di per sé è un essere al quale piace tantissimo chiacchierare, dalle cose più banali a quelle più importanti, e logicamente vorrebbe che la persona che ha al proprio fianco sia sempre presente nei discorsi e possa trovare in quest’ultima un appoggio per tutto quello che ha da dire, da esprimere e da raccontare, e che, nel fare ciò, si proponga attivamente durante la conversazione e non passivamente annuendo solo su cose che in realtà non si stanno nemmeno ascoltando.

Questo è l’errore più grave e più comune che mi è capitato di dover leggere e sentire quando si parla di problemi di comunicazione nella coppia.

Giusto un esempio: proprio l’altro giorno mentre parlavo con un ragazzo, mi chiedeva il perché la sua ragazza, con cui stava da 4 anni ormai, all’improvviso non gli parlava e lo chiamava egoista. Il primo consiglio, in qualsiasi caso  di litigio o silenzio con una donna, è quello di parlarle e capire. A questo, lui mi ha risposto di aver parlato con lei ma non aver concluso nulla, e continuava a chiedersi del perché fosse considerato egoista. In realtà, la ragazza durante la discussione aveva ben specificato i motivi di quel suo appellativo: si sentiva trascurata, non apprezzata e i suoi discorsi non erano altro che parole legate l’una all’altra che il suo uomo non ascoltava nemmeno, anzi rimaneva fossilizzato solo sull’egoista senza capire cosa l’avesse scatenato.

Questo è  proprio un caso “border-line”: sentirsi accusato, chiedere spiegazioni e non ascoltare la persona che si considera in quel momento essere la più importante della propria vita, senza sapere cosa fare, quando l’unica risposta sta in quella che può essere fornita dalla partner, ponendogliela.

Cari ragazzi, i problemi di comunicazione nella coppia nascono proprio dalla poca attenzione che prestate alla vostra donna, al fatto che forse la diate dopo tanto tempo per scontata, e che non cercate nemmeno di capire il malessere di base quando vi trovate nella situazione di poterlo fare. Il dialogo e l’ascolto sono due cose essenziali per considerare il proprio rapporto solido e avviato: seduzione, attrazione e frasi/tecniche di impatto sono importanti all’inizio, ma poi al cambiare del rapporto cambiano anche le esigenze e quindi le cose da attuare.

Quindi uomini che leggete questo post, prima di arrovellarvi il cervello cercando di capire perché la vostra ragazza vi porta il broncio o perché la vostra relazione sembra non funzionare, chiedetevi prima cosa state facendo voi per far sì che questa situazione non procrastini nel tempo e chiedetevi se state realmente comunicando con la vostra donna o vi state semplicemente lamentando, senza far nulla!

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Riconquistare una ex

Leggi gli altri articoli scritti da:

Data di pubblicazione: 

24/08/2012

Mia

Mia è adetta al Customer Service di PUATraining Italia ormai da anni e come tale ha avuto modo di comunicare con migliaia di uomini. Mia è lieta di mettere a disposizione il suo "bagaglio culturale" in tema seduzione acquisito in questi anni sia tramite i suoi contributi al blog che fornendo consigli femminili tramite Consulenze Private o con le sue Pillole di Seduzione. Mia è felice di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Un Commento

  1. Argomento spinoso, eh?

    Uomini e donne sono diversi in ogni aspetto della vita. Non solo i due sessi comunicano in modo diverso, ma pensano, sentono, percepiscono, reagiscono, amano, provano bisogno e giudicano secondo differenti modalità.

    Quello che accade invece è che ci aspettiamo sempre che i rappresentati del sesso opposto siano simili a noi. Pensiamo che “vogliano ciò che noi vogliamo” e che “sentano ciò che noi sentiamo”.

    Diamo per scontato che se ci amano reagiranno e si comporteranno in una certa maniera: la stessa che adotteremmo noi al loro posto. Questo atteggiamento è destinato a scontrarsi continuamente con la realtà e ci impedisce di comunicare le nostre differenze.

    In pratica gli uomini si aspettano che le donne pensino, comunichino e reagiscano come uomini, mentre le donne si aspettano che gli uomini pensino, comunichino e reagiscano come donne.

    Dovremmo imparare a riconoscere e rispettare le differenze. Solo così potremmo ridurre drasticamente la confusione ed i conflitti nei rapporti con l’altro sesso. Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Close