Consigli sul sesso

La durata del sesso

La durata del sesso

la durata del sesso
la durata del sesso

La durata del sesso: Quanto è importante in un rapporto?

Sia per gli uomini che per le donne il sesso in una coppia è importantissimo e fondamentale. Permette di conoscere l’altro nei suoi più intimi pensieri e crea una speciale complicità. Soprattutto per gli uomini, però, la durata del sesso rappresenta un vero e proprio tormento perché, mirano sì al proprio soddisfacimento, ma soprattutto a quello della loro partner. Avere un tempo di durata particolarmente lungo fa sentire l’uomo più “maschio” e più appagato, ma anche chi non sostiene grandi tempi può rendere il rapporto molto appagante!

Gli uomini che durano poco, hanno l’ansia e il sospetto di soffrire di eiaculazione precoce. Il miglior modo per scoprirlo è consultare un esperto, in ogni caso sappiate che professor Vincenzo Gentile, presidente SIA (Società Italiana di Andrologia)  sostiene: “chi teme di essere un eiaculatore precoce sappia che la definizione di questo problema riguarda l’eiaculazione che avviene ante portam – subito prima della penetrazione – o entro un minuto dalla penetrazione vaginale e, inoltre, se si ha la costante sensazione di non aver alcun controllo sull’eiaculazione stessa. La durata dell’amplesso dai cinque minuti in poi, naturalmente, può arrivare a tempi molto più lunghi ma, se eccessivi, può sconfinare anche in altri problemi (come quello dell’orgasmo ritardato). In realtà ciò che è essenziale non è tanto la durata in sé ma il poter gestire la propria eiaculazione..”.

Allora qual è la durata del sesso giusta? Molti sognano nottate lunghissime di sesso, ma uno studio condotto fra 50 specialisti della Society for Sex Therapy and Reserch di Washington, ritiene che un rapporto sessuale che supera i 13 minuti rischia di essere poco soddisfacente e noioso. Secondo i ricercatori il grado di soddisfazione sessuale è legato anche ai tempi del rapporto: 2 minuti sono troppo pochi e lasciano insoddisfatti, fra i 3 e i 7 minuti la situazione migliora, ma il culmine del piacere si raggiunge fra i 7 e i 13 minuti. Tempi troppo lunghi facilitano cali di attenzione e distrazioni e le preoccupazioni e i pensieri della vita quotidiana rischiano di intromettersi e rovinare il momento. Questa indagine è importante perché serve a sfatare il mito che il sesso per essere piacevole deve durare ore e ore. Quello che in realtà è fondamentale non è la durata, bensì la qualità del rapporto.

Quindi da cosa dipende la durata del sesso?

Naturalmente la situazione varia da coppia a coppia e anche dal modo in cui si fa sesso. Sandra Byers, sessuologa e presidente del dipartimento di psicologia presso l’Università di New Brunswick, dice che “la durata ideale è quella che permette ad entrambi i partner di divertirsi. Non si può prescindere dal contesto, dal momento, dall’intesa e dalla comunicazione tra i componenti della coppia”. Infatti c’è chi preferisce un rapporto veloce, carnale e dedicato solo all’amplesso finale e chi, invece sceglie un tipo di rapporto più lento e che coinvolge tutti i sensi. In questo caso i preliminari sono indispensabili. I due amanti si annusano, si toccano, si mangiano e dedicano attenzione a scoprirsi l’un l’altro prima di mischiarsi nel vero e proprio atto sessuale.

In un tipo di rapporto come l’ultimo descritto, i tempi si allungano molto, perché i preliminari sono importantissimi. Quindi, se siete troppo veloci, mirate su ciò che c’è intorno al sesso. La durata del sesso, così, non diventa un problema e un’ossessione. Anche il solo accarezzarsi, o il baciarsi in modo passionale, porterà la vostra donna a desiderarvi più di ogni altra cosa. Movimenti e tocchi particolari vi  porteranno ad una soglia di eccitazione tale che la penetrazione sarà solo il culmine del vostro piacere e quanto durerà non sarà più così importante.

Il segreto è lasciarsi andare e godersi il momento..

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Consigli sul sesso

Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: ansia da prestazione sessuale problemi di eiaculazione precoce

Data di pubblicazione: 

11/06/2012

Stefania

Stefania è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Vive nel sud Italia e lavorando in un cocktail bar ha modo di avere a che fare ogni giorni con diverse tipologie di uomini e, anche per questo, è totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Un Commento

  1. aaaaaahhhh bene!!!!

    Grazie Stefania che mi dai spunto, con quest’articolo, di parlavi di un paio di cose simpatiche che mi sono successe.

    Ho (purtroppo/per fortuna) sperimentato gli estremi di opposti della categoria maschile, nell’ambito della durata sessuale.

    Una sera sono uscita con uomo con il quale mi sentivo da qualche tempo… Intesa mentale: buona. Livello attrattivo. Alto. La situazione promette bene, mi dico. Ma all’atto sessuale, è stato rapido (anzi rapidissimo) e indolore. Quasi non mi sono accorta di nulla. Davvero troppo veloce!

    Ma mi è capitato anche il caso opposto. Troppo lungo. Sfiancante. Troppo faticoso. Dopo un po’ noioso. (E il piacere della cosa? Dov’è? Boh…)

    Ok, credo (dalla mia piccola esperienza sul campo) che abbiano ragione i 50 specialisti della Society for Sex Therapy and Reserch di Washington: tra i 3 e i 17 minuti è il tempo ideale. Non troppo rapido, ma nemmeno troppo lungo tanto da farti venire i formicolii nelle gambe.

    Ma attenzione… Questi sono tempi orientativi…

    A letto è bandito qualsiasi tipo di orologio!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Servono per garantire le funzionalità tecniche del sito, quali registrazione, login ed erogazione contenuti.

wp_session, comment_author_, comment_author_email_, comment_author__url, gdpr, _cfduid, wwsgd_visits, ls_cache_vary

Cookie di Profilazione

Monitoraggio e Statistica Visite

_ga, _gid, _gat

Cookie di Terze Parti

Cookie utilizzati da Facebook per custom audience e remarketing

dpr, wd

Close