Io Non Te La Do: Come Gestire Al Meglio Questa Affermazione Femminile
5 - 1 voti

Io Non Te La Do: Come Gestire Al Meglio Questa Affermazione Femminile

Io Non Te La Do: Come Gestire Al Meglio Questa Affermazione Femminile

Io Non Te La Do: Come Gestire Al Meglio Questa Affermazione Femminile

Ti è mai capitato di sentirti dire da una donna la fatidica frase io non te la do?

Penso che sia capitato a moltissimi uomini.

Sicuramente sai che quando senti una tale frase, non è il caso di continuare a provarci con quella donna, ma il suo significato profondo non è poi così scontato.

Certo, ti sembra subito tutto molto chiaro. Quando senti la fatidica frase può essere perché non le piaci, perché fisicamente non la attrai, perché il tuo odore non la eccita (mai sottovalutare il potere dell'olfatto in un rapporto di coppia), oppure perché non la baci bene.

Ecco qui compare il primo spunto di discussione: stai attento, il bacio è di vitale importanza perché sembra quasi che nella mente delle donne assuma il significato del preludio, dell'inizio di qualcosa che poi si trasformerà in qualche cosa di corporale e dirompente. Ecco, se sai baciare decentemente, credo sarà quasi impossibile che tu senta le cinque parole maledette: io non te la do.

E' pur vero che, prima di arrivare al bacio, di acqua sotto i ponti ne può passare a metri cubi. Facciamo un passo indietro e parliamo di emozioni. E' inevitabile parlare del fatto che la componente emotiva sia essenziale nel far scattare nella mente delle donne, l'impulso di privarsi della biancheria intima e di concedersi ad un uomo. La verità è che nel mondo femminile il vero organo sessuale, la zona erogena per eccellenza, il reale punto g è il cervello.

Non parliamo di aspettative che ci fanno sognare la famiglia ideale degli spot televisivi o della leggenda metropolitana secondo la quale le donne guarderebbero i film porno perché poi sperano che i protagonisti, dopo aver copulato, si sposino e abbiano dei figli. Le donne amano il sesso e la fisicità quanto e più degli uomini, ma capita di continuo che pronuncino la frase io non te la do!

Allora qual è il metodo migliore per gestire l'odiatissima affermazione femminile: io non te la do?

Attacchiamo il problema da due fronti, ribaltando per un attimo la situazione. Prima dal lato puramente fisico e poi da quello intellettivo, perché le donne guardano il corpo maschile, eccome!

Prima di tutto l'uomo deve essere curato, ma non troppo: vietate sopracciglia depilate ad ala di gabbiano e la totale assenza di tracce di virilità. Sì, stiamo parlando di peli. Quale donna vorrebbe andare a letto con un uomo più liscio delle sue gambe?

Fai attenzione alle mani, ma non applicare lo smalto trasparente, per carità. Le mani maschili scatenano mille pensieri sconci ed il “io non te la do” si allontana sempre più.

L'igiene in generale è sacrosanta, dovrebbe essere scolpita nella pietra come le tavole di Mosè.  Un accenno di barba, poi, non guasta mai...a meno che non ti trovi di fronte ad una fan scatenata di Justin Bieber, ma questa è un'altra storia.

Passa in rassegna le caratteristiche che fisicamente fanno perdere la testa alle donne e che rendono la saga dell'io non te la do alla stregua di un romanzetto rosa scadente, ora veniamo alla scatola cranica e a tutto ciò che può esservi connesso, dalla conversazione all'atteggiamento.

No a frasette insignificanti, modi di approcciare fasulli (scusa sai l'ora?) e complimenti melliflui. Sii maschio e non sottovalutare mai la carica erotica delle parole e della maniera in cui vengono pronunciate. “Sei bellissima” è di per sé una frase quasi scontata ma detta in maniera virile, ti posso assicurare, che è un buon inizio. Stupito dalla semplicità?  Il segreto, però, sta tutto lì.

Ma è arrivando alla fine di questo piccolo vademecum anti- “io non te la do” che risiede la vera chiave di volta: la forza.

La forza delle tue braccia è importante, ma lo è molto di più quella della tua mente: la capacità pratica di prendere decisioni anche inaspettate è un potentissimo e quasi infallibile afrodisiaco. Raccogli tutte queste caratteristiche, mescolale con cura e sapienza, aggiungi un pizzico (anche abbondante) di ironia, cospargi qua e là di una buona dose di sincerità e io non te la do sarà un'eco lontana lontana nel cielo.

Se ti è piaciuto quest'articolo potrebbe anche interessarti questo video su come capire se una donna vuole fare sesso 

Fammi sapere che ne pensi del tutto nei commenti sotto.

P.S. Dai anche un'occhiata a questo video che sicuro ti darà qualche dritta in più su come gestire le sue obiezioni quando proprio lei proprio non te la vuole dare :-)

Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Attrazione
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 05/02/2013

Biografia dell'Autore

Nata a Genova nel 1979, inizia fin da piccola ad interessarsi al mondo delle parole e della comunicazione. Fino dalle scuole medie sviluppa una vera e propria ossessione per la lingua inglese, alle superiori studia per diventare tecnico dei servizi turistici e poi si iscrive all'università di Lingue e Letterature straniere, dove a quella per le lingue si aggiunge la passione per l'antropologia e l'etnologia. Dopo la laurea inizia a insegnare inglese a ragazzi e adulti, ma poi finisce per appassionarsi al mondo del giornalismo di costume. Inizia così a scrivere per alcune testate web: gossip, musica e tendenze sono il suo pane.

Commenti

  1. Sayuri dice:

    Davvero ci sono uomini che mettono lo smalto trasparente??? Ahahahahahahahahah, questa non l’avevo mai sentita! Concordo con te Paola, curati si, ma pur sempre uomini!
    La frase “io non te la do” risuona come un amen nella testa degli uomini, cade come un macigno sulle loro spalle! A volte alle donne dispiace anche rifiutarli, perchè vedono che ce la mettono davvero tutta, ma se quella scintilla non scatta non c’è nulla da fare.
    Bisogna essere bravi nel saper comunicare il proprio interesse e uomini: date sfogo alla virilità!!
    Belli, esseri pensanti e sicuri di sè… non sentirete mai quella frase tanto odiosa!

    • Paola dice:

      Ti assicuro Sayuri che ho conosciuto nella mia vita qualche esemplare che si dilettava a smaltarsi le unghie! Risultato? Sono scappata a gambe levate! Concordo sul fatto che sia necessario tirare fuori un po’ di virilità: è indubbio che alle donne piaccia. La legge degli opposti non va mai sottovalutata, ricordatevelo. Consiglio però di non essere mai pressanti, rischiereste di ottenere l’effetto contrario… un po’ come ho fatto io davanti allo smalto trasparente. Il sesso è istinto e natura, forzarlo non sarebbe logico .

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018