Seduzione

Arte della seduzione

Vedere gli artisti vincitori nelle loro arti li colloca in un mondo a parte rispetto agli stessi comuni mortali che li vedono; ma l’arte è in ognuno di noi, va solo sviluppata, arte scultorea o arte della seduzione che sia.

Siamo fortunati nello specifico, l’uomo è un seduttore naturale, se così non fosse l’umanità sarebbe rappresentata solo dai primi esemplari, nostri progenitori, di un’eternità e mezzo fa.

Non c’era niente, solo lo scorrere dei fiumi o l’alternarsi di stagioni non rovinate da scarichi e petrolio, quindi lo sviluppo della razza è stato fatto da ominidi che a modo loro si sono inoltrati inconsapevolmente nel mondo della seduzione e dell’approccio.

Molte primavere sono passate, e noi abbiamo un istinto primordiale che si è sviluppato a dismisura, trasformandoci in maestri dell’arte della seduzione.

È tutto dentro di voi, senza perdervi in tante giravolte mentali potete dare il meglio di voi stessi dando ascolto agli echi remoti delle vostre stesse anime, perché siamo tutti seduttori nati.

Anche la persona più sgradevole, in senso estetico ovviamente, detiene abilità e sensi donate dagli antichi progenitori, di sicuro ancor più sgradevoli e meno curati, che pur sono stati in grado di dare una successione alla loro generazione, seducendo la persona giusta per loro.

Certo ora i tempi sono cambiati e ci sono tante cose da mettere in conto rispetto a prima, ma per questo esistono studi e quant’altro, che basano la loro stessa ragione d’essere su tutto quello di cui ho parlato fin’ora

I consigli abbonderebbero ma la seduzione secondo canoni primordiali è stata in grado di sviluppare l’umanità, indipendentemente da calcoli e tattiche, questa è la vera arte della seduzione.

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Seduzione

Leggi gli altri articoli scritti da:

Data di pubblicazione: 

16/01/2011

Admin

Admin di PUATraining Italia - profilo usato per raccogliere gli articoli e le discussioni più interessanti per i nostri lettori, pubblicare guest post, ecc.

Un Commento

  1. Nella seduzione noi ci mettiamo in gioco in modo totale , spesso in condizioni inermi . Chi vuole sedurre, deve sapere che sta iniziando un’operazione ad alto rischio. Per se e per il potenziale partner. Evidentemente, come si suole dire, “il gioco vale la candela”. In effetti, è grazie alla seduzione e al suo buon esito che noi assicuriamo la prosecuzione della nostra specie e la continuazione della nostra cultura attraverso i figli.

    Nella nostra vita raramente siamo dei veri “seduttori” . Siamo molto più spesso seduttivi. Nella sua essenza, la seduzione è la rottura di un equilibrio standard fra due individui per la ricerca di nuove e irripetibili forme di equilibrio. Da uno stato di estraneità totale si giunge a una condizione di intimità profonda. I comportamenti che prima non erano leciti, con la seduzione diventano non solo leciti ma anche attesi.

    Per certi aspetti, la seduzione è un “imbroglio” , in quanto si presenta come un gomitolo di mosse e contromosse in continua evoluzione. Nessuno dei partner sa realmente chi ha fatto la prima mossa (è lei che gli ha lanciato uno sguardo obliquo o è lui che l’ha invitata a bere insieme un drink?). E nessuno dei partner sa neppure come andrà a finire. Così come nessuno dei due sa quali potranno essere le qualità emergenti, inattese e imprevedibili che saranno generate dal loro legame .

    E’ tutto un incognita… Ma è viscerale e vitale. Il solo il parlarne e il fare delle riflessioni mi emoziona… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Close