Non diventare il confessore di una donna
5 - 1 voti

Non diventare il confessore di una donna

Non diventare il confessore di una donna

Non diventare il confessore di una donna

Il detto popolare “chi trova un amico trova un tesoro” riassume in poche parole quanto sia importante l’amicizia nella vita delle persone. Nei momenti di difficoltà e di allegria, ognuno di noi desidera un amico con cui condividere le emozioni e a cui raccontare i propri segreti.

Anche quando una relazione sentimentale finisce, le uniche persone che possono aiutare in questi casi sono proprio gli amici, coloro che sono pronti a tendere una mano al prossimo. Ma cosa succede se si volesse giocare la carta dell’amicizia con una donna? Come si fa a non diventare il confessore di una donna?

Secondo alcuni tra i maggiori esperti in psicologia, l’amicizia tra persone del sesso opposto non potrebbe esistere a causa dei ruoli rigidi assegnati all’uomo e alla donna in passato: in altre parole, essendo la donna occupata in casa e l’uomo al lavoro, gli unici attimi rubati alle altre attività erano destinati a essere momenti romantici o erotici.

Diventare migliore amico o confessore di una donna, attenti a non finire in friendzone

Tuttavia, i tempi cambiano e con essi anche i ruoli in società. Ottenuta la parità dei sessi quasi in tutti gli ambiti, la donna è riuscita a tagliare diversi traguardi che le hanno permesso di conquistare la stima del cosiddetto “sesso forte”. La nascita di un' amicizia è quindi naturale conseguenza del tempo che un uomo e una donna passano insieme a lavoro e nel tempo libero.

Premesso ciò, ci rimane da capire come non diventare il confessore di una donna, soprattutto se la vostra intenzione non è quella di esserle amico, ma qualcosa di più.

È un errore comune pensare che se si diventa prima amici di una donna, se si entra nelle sue grazie, se si scopre cosa le piace, se si ascoltano i suoi segreti, sarà più facile conquistarla. Purtroppo non è così. In questa maniera lei sarà portata a vederti come migliore amico e non come amante. Una volta entrato nella zona amicizia non riuscirai più ad ottenere quello che vuoi.

Per evitare di diventare il suo confidente devi utilizzare delle tecniche che ti permettano di creare quella tensione necessaria affinché lei sia attratta da te. Se con una donna parti da zero devi rendere attraente la tua personalità. Se non fai nulla non otterrai nulla. Lei ti deve desiderare, esattamente come tu la desideri. Potrai mostrare le tue caratteristiche da bravo ragazzo o confessore di una donna solo dopo averla conquistata.

Ecco alcuni errori comuni da evitare per “non diventare il confessore di una donna”:

- credere che le donne vogliano l’uomo che le capisca;
- fare troppo il simpatico facendola ridere ogni secondo;
- essere troppo disponibile, non saperle dire di “no”;
- essere d’accordo con ogni cosa che dice;
- mostrare poca determinazione, fare decidere tutto a lei.

È necessario far capire quali sono le tue intenzioni già dall'inizio. È sconsigliabile lasciarle trapelare dopo troppi appuntamenti. "È il momento giusto? È l'ora di agire?": svariate le occasioni in cui te lo sarai chiesto! Non vale la pena indulgiare: devi agire velocemente!

Se pensi di essere già in zona amicizia ti consiglio di approfittare dei vantaggi che questa situazione offre. Indubbiamente avere una donna come amica ti permette di conoscere altre ragazze, di allargare il tuo circolo sociale e di fare più facilmente nuove esperienze.

Da oggi, quando verrai presentato a nuove ragazze chiediti: “Preferisco essere circondato da amiche e avere l’etichetta di amico o confessore di una donna o avere la donna che desidero?”


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Vero Uomo
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 29/07/2012

Biografia dell'Autore

Maria è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Avendo vissuto sia al nord che al sud Italia ha avuto modo di avere a che fare con diverse tipologie di maschio italiano ed è, anche per questo, totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. raffaele dice:

    Ah si? Beh io ho fatto l’amico di una donna, più che altro avevamo un interesse in comune: il vino siccome lei sommelier ed io enotecnico.
    Beh siamo usciti qualche volta pure in enoteca parlando di vino. Ogni tanto mi arrabbiavo quel poco che bastava per non sentirci più anche per mesi. Poi mi rifacevo vivo oppure ci si incontrava per caso. Non ci siamo però mai confessati il nostro passato oppure molto poco. Quindi un rapporto di amicizia, si parlava abbastanza senza interferire troppo nel privato. Ottimo!!
    Per gli uomini un consiglio: mandate a quel paese con cattiveria quelle donne che vogliono sapere tutto il vostro passato. Sono le peggiori perchè vogliono solo studiarvi, non vi ameranno mai, non verranno mai a letto con voi. Sono insicure e vogliono lo stupido classico principe azzurro che dia millle garanzie.
    Siate cattivi quando serve ma non forzatamente, non quell’essere stronzo costruito alla Fabrizio Corona per fare il finto figo.
    Vi dovete incazzare ogni volta che sentite una donna che oltrepassa i limiti e questa non è una tattica da seduzione per portarvela a letto, non deve essere così.
    Pensate sempre al vostro orgoglio ed alla vostra dignità.
    Se la donna capisce vi rispetterò allontanandosi, cambiando sistema, diventando fredda, rimanendone sedotta a volte. Dipende.
    Agite per il vostro bene e basta senza pensare ad uno scopo finale.
    E’ questo essere uomini anche se non si seduce alcuna donna a volte.
    Sempre fieri e maschilisti all’occorrenza.

  2. raffaele dice:

    Dimenticavo: con questa sommelier sono andato a letto pure dopo qualche anno di tira e molla in cui io mai ci avevo provato con lei però ogni tanto mi piaceva la sua presenza e lei lo stesso. Ma le premesse e come è iniziata l’amicizia erano buone.
    Ognuno per la sua strada, poche romanticherie, no finte relazioni in cui non si combina mai nulla. No bacini/bacetti adolescenziali ecc… Nessun vittimismo ne pietà cercata da entrambi stando li a raccontarsi le storielle dell’infanzia.
    Avete capito… tenete a distanza le donne tipiche “infermiere” che cercano il “malato” da curare.
    Queste sono le peggiori perchè cercano il depresso, se siete depressi non ditelo alle donne ma ai vostri migliori amici maschi!!
    Altri “Maestri di seduzione” di altri siti internet dicono solo cazzate…

  3. Maria dice:

    Caro Raffaele…e quanto fuoco “maschilmente patriottico”, arde in te!!!!!
    essendo io una donna, su alcuni punti mi trovo “leggermente” in disaccordo con te, ma mi hai dato dei feedback interessanti sui quali ragionare insieme.
    Innanzitutto leggendo le tue parole mi sono imbattuta in molti “agite per il vostro bene-pensate a voi…” affermazioni un tantino egoiste, non trovi? Anche se tu non stai cercando (magari per il momento) la donna della tua vita, ma ti limiti a gustarti delle avventure, ricordati che anche in questi casi il rispetto dell’altro (e nella fattispecie della donna che in quel momento sta con te) è VITALE!
    Non voglio e non è nel mio ruolo farti la paternale: però penso che sia molto importante sottolineare l’importanza del rispetto del corpo e della persona della donna che sta con te. Per una notte, per tutta la vita, questo non ha importanza.
    Altra cosa (riporto sempre tue parole) : “mandare a quel paese con cattiveria quelle donne che vogliono sapere tutto sul vostro passato”. Ma perchè??
    Allora se hai di fronte una tipa troppo invadente, troppo curiosa, puoi sempre portare la conversazione su altri punti oppure elegantemente (anche con qualche battuta perchè no) dirle che non ti sembra il caso affrontare certi argomenti.
    Se invece stai nel bel mezzo di una frequentazione, penso sia anche normale che una donna ti possa chiedere del tuo passato… Che c’è di male raccontarsi un pò la rispettive esperienze?
    Da donna, ti posso consigliare di uscire da questa posizione individualista, dove ci siete solo tu e il tuo orgoglio maschile da non calpestare… Non importi comportamenti da stronzo che manda a quel paese le donne… Trattale con intelligenza.. Vedrai che miglioreranno anche i tuoi rapporti.
    Per quanto riguarda la tua storia con la sommelier, ognuno imposta i rapporti a seconda delle esigenze del momento e alla persona che ha di fronte…Nulla da obiettare quindi!:)
    In ultima battuta, mi fa piacere che tu pensi che gli altri Maestri di seduzione dicono solo cazzate:)…Continua a seguire il nostro blog e il nostro sito…faremo di tutto per non deluderti!!!!!
    Mery

  4. mimi' dice:

    Lavoro da ben otto anni con una bella ragazza moldava di 40 anni, separata, due figli, convivente.
    Fin dai primi giorni, nel ristorante in cui lavoriamo, si e’ creato subito un bel feeling e una forte amicizia. Ma nonostante cio’ ho iniziato subito a farle delle avances, senza ottenere nulla.Dopo circa un mese, una sera, inaspettatamente, mi trascina per la cravatta, nel sottoscale e mi bacia con vera passione. Ho provato un’infinita’ di volte a dirle che il mio desiderio piu’ grande, era di portarla letto, ma oltre a limonare e farci qualche massaggio,non abbiamo fatto nient’ altro, anche se lei mi ripeteva, che prima o poi succedera’.Un mese fa’ le ho chiesto, se in questi otto anni, avesse mai tradito il suo attuale compagno. Lei guardandomi negli occhi,senza trovare il coraggio di rispondermi, dopo qualche secondo mi risponde di si’.Il mio pensiero e’ andato subito su una sola persona e dopo averle fatto un solo nome, me lo confermo’. E’ andata a letto per ben tre volte, con il mio migliore amico da 30 anni, che uscendo qualche volta nella nostra compagnia, le avevo presentato . Li’ per li’, ho fatto finta di nulla e per qualche giorno abbiamo lavorato insieme come se nulla fosse accaduto, ma piu’ passavano i giorni, piu’ io stavo male,era come se mi fosse venuto addosso un camion, perche’ mi ero sentito doppiamente tradito, a tal punto che son rimasto due settimane senza vedere il mio amico, trovando delle scuse assurde. Decisi anche d’interrompere il rapporto d’amicizia con la mia amica, trattandola come una qualsiasi collega, ma lavorando otto ore al giorno a fianco a fianco, era impossibile durare a tenerle il muso. Lei arrivo’ a dirmi che si sarebbe licenziata, poi una sera, scoppiando in lacrime mi abbraccia e mi bacia con vera passione, dicendomi che non si possono rovinare due amicizie per colpa di una scopata. Ora abbiamo ripreso a lavorare come ai vecchi tempi, ma il mio chiodo fisso e’ sempre quello di portarla a letto, ma lei nonostante abbiamo avuto modo di rimanere in macchina da soli all’una di notte, dice che non riesce a lasciarsi andare, nonostante si faccia baciare e non sia per niente innamorata del suoa compagno.
    Ora chiedo aiuto a voi, per sapere cosa abbia sbagliato, cosa stia sbagliando e se valga la pena continuare ad insistere, perche’ per portar a letto una donna, otto anni, mi sembra un tempo spropositato.Ah, dimenticavo,forse l’avrete gia’ capito, ma credo di essermi innamorato.
    Mando un saluto a tutti e complimenti davvero.
    mimi’

  5. Tiziano dice:

    “credere che le donne vogliano l’uomo che le capisca…” Ma questo non è anche sinonimo di complicità?!

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018