Come rispondere alle critiche di una donna
5 - 1 voti

Come rispondere alle critiche di una donna

come rispondere alle critiche di una donnaNella vita di tutti i giorni, comunicando continuamente, ci esponiamo alla valutazione e al giudizio altrui, e valutiamo continuamente ciò che ci accade, mediante i nostri schemi cognitivi.

Per affermare se stessi, senza essere dominante o sottomessi, occorre saper far valere le proprie argomentazioni e gestire le critiche altrui, senza per questo voler aggredire o dominare gli altri.

Ma come rispondere alle critiche di una donna?

Allora, innanzitutto prima di mettersi sulla difensiva devi rispondere ad alcune domande. Sono davvero dalla parte del torto? Le critiche che mi vengono mosse sono costruttive? Soltanto se ti rendi conto che l'osservazione che ti viene mossa è valida, allora puoi ribattere.

Come rispondere alle critiche positive di una donna? Semplicemente ringraziandola in quanto  probabilmente vi sarà d’aiuto per evitare conseguenze negative. Una persona critica, può essere in alcuni casi non solo un ostacolo, ma un ottimo consigliere. Questo accade solo però se sappiamo convogliare la sua attenzione per gli aspetti negativi di una situazione in un piano d’azione che permetta di limitare gli stessi aspetti negativi.

La critica, in buona misura, è spesso un modo per crescere, ma quando è generalizzante e unilaterale danneggia chi la produce e chi la ascolta.

“Come rispondere” quindi “alle critiche” negative “di una donna”?

Quando ci viene rivolta una critica spesso non si sa come comportarsi; questo perchè la maggior parte delle critiche sono generiche e decontestualizzate: “Sei sempre il solito pigrone!”, “non fai mai quello che ti chiedo!”, “agli appuntamenti  arrivi sempre in ritardo!”, ecc...

In tali casi, può essere di aiuto utilizzare una tecnica denominata inchiesta negativa, che consiste nel chiedere maggiori ragguagli sulla critica: nel caso di una critica costruttiva si potranno ottenere informazioni su come rendere più funzionale il proprio comportamento; se ci viene rivolta una critica manipolativa, invece, si costringerà l'interlocutore a seguire il percorso che gli verrà segnato per esprimere la sua ostilità tramite un susseguirsi di domande che tenderanno a focalizzare la critica solo su determinati comportamenti.

Per esempio, di fronte alla critica “non fai mai quello che ti chiedo!”, si potrebbe rispondere “In che occasione non ho fatto ciò che chiedevi? Cosa, precisamente, avresti voluto che io facessi? In quali altre occasioni non ho fatto ciò che tu mi hai chiesto?”

Un’ altro concetto molto importante che si può chiamare in causa è quello dell’assertività! Vi accennerò solo brevemente di che si tratta, visto che Stefania ha trattato l’argomento in modo molto esaustivo nei post precedenti! Si tratta di una tipologia di comportamenti che si situano a metà strada lungo il continuum aggressività – passività e che permettono a chi ne fa uso di esprimere sentimenti positivi e negativi, richieste, critiche e diritti senza né aggredire l'interlocutore, né subirne passivamente l'influenza.

Infine se la critica viene mossa dalla vostra partner allora è meglio chiedere spiegazioni, non aggredire verbalmente, ma riconoscere i propri errori senza allargare la discussione a temi che non c'entrano e, soprattutto, senza rinfacciare quel che non c'entra.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Vero Uomo
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 06/07/2012

Biografia dell'Autore

Maria è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Avendo vissuto sia al nord che al sud Italia ha avuto modo di avere a che fare con diverse tipologie di maschio italiano ed è, anche per questo, totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. Damon dice:

    Ciao Maria,

    i tuoi consigli sono validi e importanti e penso che gli uomini che si trovano in questo tipo di situazione devono in primis cercare di evitare di dare vita all’ “effetto zerbino”!

    Quando una donna critica è vero che non bisogna controbattere subito aggredendola, ma nemmeno si deve stare lì a subire e a dire solo “hai ragione, scusa, hai ragione”. Se c’è qualcosa che non va bisogna capirsi, spiegarsi e vedere se effettivamente quell’appunto fatto era fondato o semplicemente la nostra donna è nervosa e non sa con chi prendersela!

    Il confronto credo sia importantissimo, soprattutto in una coppia che vuole crescere e stare insieme. Se è solo lei quella che si arrabbia, critica, si infuria e alla fine si calma noi uomini che ci stiamo a fare?? Meglio che adotti un cane a questo punto!

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018
  • Consulenza via Skype di 60 min. Ho affrontato, durante questa prima consulenza con Giulio, l'approccio e la conversazione. Un istruttore molto simpatico, professionale che ti mette fin da subito a proprio agio. Ne ho prenotate già altre due.

    Mina stanbien Avatar Mina stanbien
    26/10/2018
  • Il bootcamp di Milano ci ha permesso, grazie agli istruttori Kita e Rafael, di credere nel sogno di poter fare con sicurezza conoscenza con bellissime sconosciute e regalargli delle emozioni che ci faranno ricordare!

    Gli insegnanti sono stati professionali hanno gestito i nostri momenti bassi accompagnandoci verso i nostri obiettivi... ..continua a leggere

    Angelo Paglialonga Avatar Angelo Paglialonga
    01/10/2018