Ammettere paure e insicurezze con una donna
5 - 1 voti

Ammettere paure e insicurezze con una donna

Ammettere paure e insicurezze con una donna

Ammettere paure e insicurezze con una donna

Tutti hanno delle paure. E' inutile negarlo tutti abbiamo paura di qualcosa. Qualcuno del "fantasma che vive nell'armadio", qualcuno ha paura di amare, altri di essere dimenticati e così via.

E prima o poi tutti dobbiamo affrontare le nostre paure,  prima o poi tutti ci ritroviamo davanti al nostro "fantasma che vive nell' armadio", la forza di ognuno però sta nel come reagisce a questo incontro. Certi scappano, certi invece affrontano la propria paura. Ma voi siete ancora convinti che ammettere paure e insicurezze sia una sorta di debolezza da donna? Beh, se pensate questo, avete forse un pò di confusione in testa. Ammettere di avere delle debolezze non è sinonimo di essere deboli.

Tradurre in parole quello che avviene dentro di noi non è un compito semplice come non è facile il confronto con i propri limiti, o le proprie paure. C'è bisogno di coraggio. Lo psicologo che analizza la dimensione emotiva dell'individuo non fa altro che aiutarlo a cogliere il senso del linguaggio ricollegandolo alla sfera emotiva relazionale, aiutandolo a dispiegare aspetti della propria identità che erano nascosti e azzardare nuove strade verso la comprensione della propria realtà psichica.

Il vantaggio di ammettere paure e insicurezze e ridere delle proprie imperfezioni

Ogni individuo legge la realtà e attribuisce significati diversi a identiche circostanze: nel sentire dei passi al piano di sopra si può pensare che si tratti di un ladro, e scatterà la paura; se prevale l'idea che sia il vicino di casa, allora ci si sente al sicuro. La realtà come dato oggettivo, infatti, non esiste: uno stesso evento vissuto insieme ad altre persone può dar vita a una diversa versione perché è proprio la dimensione interna che carica la realtà di valore e attribuisce significato all'esperienza.

E allora diviene comprensibile per chi attraversa l'esperienza della paura esterna quanto sia necessario rivolgere lo sguardo verso la propria costellazione emotiva riuscendo a cogliere quei conflitti interiori che risultano inaccettabili, per rendersi consapevoli delle proprie fantasie interne. Questo vuol dire compiere un viaggio nella propria psiche per potersi confrontare con le proprie emozioni e riuscire a darne un senso distinguendo tra la realtà e la propria interpretazione della realtà.

In genere ogni uomo è chiamato, lungo la propria esistenza, ad affrontare dei cambiamenti di vario tipo: professionali, affettivi o biologici, che rappresentano una sfida e talvolta producono un alto livello di ansia. Cambiamenti come la morte di un coniuge, il divorzio o la separazione, l'inizio di una nuova attività, l'iscrizione all'università, un trasferimento in un'altra città, l'imminente matrimonio: circostanze che segnano un passaggio nella storia di un individuo, in cui si è costretti a riorganizzare la propria esistenza, possono essere all'origine dell'esordio di paure. Ammettere paure e insicurezze, non è solo una prerogativa da donna: è un’ esperienza sana e costruttiva che unisce tutti.

E come viene aiutata la vostra vita amorosa se vi trovate ad “ammettere” le vostre “paure” e le vostre “insicurezze”? La vostra “donna” come potrebbe reagire? Io direi innanzitutto che bisogna ricordarsi che nessuno è perfetto.  E’ una regola d’oro spesso dimenticata che, se puntualmente osservata, può evitare inutili tensioni, ansia da prestazione e stress nella coppia. Dichiarare e scambiarsi le proprie paure è un gesto d’amore, che rafforzerà voi e la vostra coppia, rendendovi paradossalmente molto più forti e sicuri.

Il segreto che sta alla base di tutto è nel non dire di no all'esperienza: solo attraverso di essa possiamo conoscerci nei punti forti e in quelli un po' più deboli. Dobbiamo accettare di non essere perfetti, di non potere tutto e a dir la verità questo potrebbe anche consolarci, perché non si avrebbe neanche il tempo per dar retta alle numerose voci interiori. Quelle che impariamo a conoscere e che ci rendono felici, sono quelle che con fiducia possiamo iniziare ad ascoltare ed inseguire per la piena realizzazione di noi stessi. Ammettere paure e insicurezze con una donna e assumersi la responsabilità della propria vita significa dare a se stessi la possibilità di perdonarsi per la propria imperfezione e, perché no, di gioire, sorridere dei propri difetti ed errori. E' così che si costruisce l'autostima, provando, tastando il terreno ed edificando su quello che più ci soddisfa.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Vero Uomo
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 08/10/2012

Biografia dell'Autore

Maria è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Avendo vissuto sia al nord che al sud Italia ha avuto modo di avere a che fare con diverse tipologie di maschio italiano ed è, anche per questo, totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. Sayuri dice:

    Ciao Maria,

    Credo che saper ammettere le proprie paure e le proprie ansie sia un gesto di grande maturità.

    Gli uomini tendono sempre a dimostrarsi forti e invincibili, non capendo che condividendo con le proprie donne le loro paure le rendono più partecipi della loro vita. Una donna ama sentirsi importante per il suo uomo e vuole capirlo in tutto e per tutto, anche e soprattutto aiutandolo a superare le difficoltà.

    D’altronde come si dice… “dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna”..

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018