Il Viaggio Per Diventare Un PUA – Da Introverso A Estroverso
Dai un voto a questo articolo

Il Viaggio Per Diventare Un PUA – Da Introverso A Estroverso

Facciamo un viaggio nel tempo e ritorniamo a qualche anno fa dal vecchio me. A prima di poter sedurre qualsiasi donna desidero, prima di ricevere il trattamento da VIP in ogni club dove vado senza spendere una lira, prima di avere troppe donne e troppi amici per farmene altri nuovi, prima che diventasse così facile avere donne attraenti senza nemmeno il bisogno di uscire e sargiare. Prima dell’esistenza di Gambler, c’era solo Richard La Ruina, il tipo che non usciva di casa anche per una settimana intera, che aveva solo un amico che incontrava una volta ogni due settimane, che viveva con sua madre, e che aveva baciato solo due ragazze.

Questo tipo non era felice, era depresso. Ne ho già parlato del mio viaggio, in altre occasioni. Ma questa volta, voglio concentrarmi su qualcosa che fa al caso vostro -  Un Viaggio Accelerato – come arrivare, in pochi mesi,  al punto in cui io sono arrivato, dopo un anno di lavoro su me stesso.

Analizziamo alcuni problemi che molti ragazzi hanno in comune:

-  Paura dell’approccio.

-  Non vogliono che tutta l’attenzione sia incentrata su di loro/ pressione sociale.

- Non si sentono a loro agio mentre provano una tensione sessuale oppure a captare una vibrazione sessuale.

- Non si sentono a loro agio in contesti sociali: grandi gruppi, ecc.

- Non si sentono a loro agio intorno alle donne in generale, specialmente intorno a donne stupende.

- Non si sentono a loro agio nei pub  e nelle discoteche.

Se vi trovate a vivere una situazione del genere, come succedeva a me tempo fa’, allora significa che avete una “comfort zone”, zona di fiducia, molto piccola. Magari vi sentite a vostro agio a casa, per strada, a chiedere informazioni nei negozi, a vedere gli amici; ma non vi sentite a vostro agio alle feste, nei gruppi grandi, quando l’attenzione è su di voi, a conoscere donne, a incontrare gente nuova, ecc. Le persone, avranno vari gradi di comfort che sono direttamente collegati alle dimensioni dell’attuale “comfort zone”.

Perché certe persone sono a loro agio dappertutto e altre no? C’è una frattura tra gli introversi e gli estroversi che accade alla nascita, oppure negli anni della formazione. Alcuni bambini fanno spontaneamente molte domande, vivono in case dove c’è un continuo ricambio di gente che viene e va, altri no. Alcune persone sono silenziose, altre no. Se dall’inizio, s’impara a socializzare in modo da abituarsi a parlare e a incontrare continuamente persone, allora sarà la cosa più naturale da fare quando si diventa adulti. Ci potrebbero comunque essere dei  problemi con le donne, se si perde il treno e non si comincia a rimorchiare le ragazze sin dall’adolescenza.

Cosa bisogna fare, allora? Bisogna allargare la nostra comfort zone, cosi da includere anche tutte le cose che si vorrebbero fare. Possiamo farlo in due modi:

1.  In modo graduale e delicato, che poi è il metodo che sarebbe dovuto essere naturale durante la crescita – per esempio, parlare con i negozianti, parlare con la signora anziana, parlare con la signora con il cane, parlare con due persone, e così via!

2. In modo veloce, accelerato: Fare cose che sono fuori dalla tua comfort zone, dopo di che, niente sembrerà più cosi difficile. Fate cose che i vostri amici fighi ed estroversi ritengono SPAVENTOSE!

Cosa voglio dire? Allora, l’altro giorno ho detto a uno studente che, se dovessi aiutare qualcuno a cambiare, e avessi solo 6 ore per farlo, e lui dovesse fare tutto ciò che io gli dico di fare, allora gli direi di andare in giro nudo a parlare con la gente. Dopo mezz’ora, non avrebbe più alcuna inibizione e potrebbe approcciare chiunque. La ragione per cui questo metodo funziona, è che, la sua comfort zone si allungherebbe non fino al punto di essere a proprio agio nello stare nudo in pubblico, ma si allargherebbe per coprire le normali interazioni con le donne.

Ecco cosa fare: scegliete le cose che vi spaventano di più. Se quando aprite un piccolo set, diciamo da 3 persone, e appena tutti vi guardano e sono attenti a ciò che dite, vorreste scomparire, allora quello che dovete fare è, mettervi in una situazione in cui l’attenzione di tutti è incentrata su di voi:

-  Seguite corsi di recitazione

- Corsi di miglioramento della comicità

- Insegnare (Quello che ho fatto io)

- Karaoke (Ho fatto anche questo)

- Fare sempre i brindisi e parlare spesso in pubblico

Se vi sentite a disagio in presenza delle donne, allora mantenete un contatto visivo con loro, e così via:

- Prendete lezioni di Salsa o altri balli (Io l’ho fatto)

- Lezioni di Yoga

- Lezioni di cucina

Se siete sfiduciati a livello sessuale e non riuscite a gestire le tensioni sessuali, allora:

- Andate negli Strip Club (Anch’io l’ho fatto)

Capite cosa voglio dire? Oltrepassate i vostri limiti, Fate ciò che più vi spaventa, e cos’ facendo, tutto il resto sembrerà facile. Buona fortuna!

-G

P.S: Molti uomini mi dicono che non vogliono cambiare il loro modo di essere. Anch’io la pensavo allo stesso modo. Le cose stanno cosi: TU non cambierai mai, se sei una persona naturalmente introversa, continuerai a esserlo, ciò che cambierà sarà la tua abilità di essere estroverso quando ne avrai bisogno. Potrebbero non piacerti le feste ma avere comunque moltissimi amici. Soprattutto ciò che cambierà sarà la scomparsa di tutti quei momenti imbarazzanti, delle situazioni scomode, delle paure e pensieri, e di tutte quelle cose che vi rendevano la vita impossibile.

 


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Topiche di seduzione miste
Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: contatto visivo Data di pubblicazione: 02/10/2007

Biografia dell'Autore

Gambler è il fondatore di PUATraining ed è presente ai nostri corsi di seduzione dal vivo nel Regno Unito ed ogni tanto come Special Guest a quelli in Italia. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Commenti

  1. Love plus dice:

    Il miglior modo per cambiare è salire piuttosto che muoversi di lato. In questo modo continuerai a sentirti la stessa persona (piuttosto che sentirti come se il tuo vecchio io fosse stato sostituito da tuo nuovo io – strano ma vero). Questo significa ambire sempre al miglioramento, piuttosto che al semplice cambiamento. Puoi diventare una persona che sa essere sia introversa che estroversa a seconda delle situazioni. Potrai essere lo stesso sfigato che gioca a scacchi, ma ora, anche uno snowboarder…

  2. stuff dice:

    Bel commento Love Plus!!!

  3. Davide dice:

    Mi sembra esagerato dire che se sei introverso rimani introverso per sempre, non sono affatto d’accordo: anzi ed io ne sono la prova ;) diciamo che da introverso ad estroverso il passo sarebbe allargare in modo deciso ma a piccoli passi la tua zona di comfort ed ovviamente in modo costante, così sono passato da essere timido dinnanzi a qualche persona a non avere il minimo timore di stare davanti a 100, 200 persone anche quando la platea è concentrata su di me.. ed a parlare con perfetti sconosciuti in qualunque situazione e a fissarli sempre negli occhi senza essere intimidito, e addirittura a scherzare con loro.. quindi bisogna fare piccoli passi ma costanti.. per il resto bell’articolo, sono d’accordo.

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018