Il Potere Del Divertimento Personale
Dai un voto a questo articolo

Il Potere Del Divertimento Personale

Immaginiamoci che l’intero processo del rimorchio sia una corte medievale. In alto ci sono gli alfa, che, in questo caso sarebbero, i conti, la principessa e ovviamente il Re. Più giù nella gerarchia della corte, ci sono i musicisti, i servi e ovviamente i favoriti di tutti, il buffone reale. Il buffone è colui che fa ridere tutti, che li intrattiene e che deve sottostare a ogni loro capriccio. Sulla carta sembra un tipo molto popolare, ma in realtà, era molto solo. Il suo problema è che, una volta finito il suo spettacolo e il pubblico comincia il banchetto reale, lui non è invitato a tavola, e anche se avesse un tavolo per conto suo, nessuno andrebbe a sedersi accanto a lui.

Perché lo trattano così? Per una serie di ragioni – la principale è che mentre diverte gli altri si dimentica di divertire anche se stesso. Quindi si presenta come un oggetto a disposizione della pietà di altri. Tutti perdono all’istante il rispetto per la sua personalità.

Molti dei miei studenti mi raccontano quanto siano divertenti e come possono far ridere tutta la sera un gruppo di donne bellissime. Ma a fine serata sembra che succeda qualcosa di strano, le donne o tornano a casa con qualcun altro oppure gli danno numeri di telefono falsi. Perché? Semplice.

Ecco la risposta alla domanda da 64000$. Cosa Vogliono le donne?

La risposta è : Solidità, forza. Humour. Bell’aspetto. Intelligenza.  Queste quattro cose sono meno importanti della forza interiore .

Quello che voglio dire è che, lo studente che intrattiene un gruppo di donne emana soltanto debolezza. Il bisogno di fare felici gli altri per piacergli, è la stessa cosa che faceva il buffone nella corte medievale, ASPETTATE UN UMINUTO! Vi sento urlare da dietro gli schermi dei vostri PC.

CONOSCO ANCHE MOLTISSIMI RAGAZZI CHE FANNO RIDERE TUTTI E CHE A FINE SERATA TORANANO A CASA CON LA BELLA RAGAZZA.

E’ vero! L’unica differenza è che questi uomini non fanno i buffoni. Ma si comportano come un re o una principessa che prima di tutto diverte se stessa e poi gli altri. Ho un amico che è considerato, sia dagli uomini che dalle donne, una persona particolarmente divertente e lo è veramente.

Di recente gli ho chiesto, come mai questo suo senso del humour faceva ridere tutti. Ci ha pensato un attimo e mi ha risposto: “Perché diverto me stesso”. La sua risposta mi ha affascinato. Ha continuato dicendo: “Non farò mai ridere nessuno se per primo io stesso non lo trovo divertente. Perché mai dovrei dire qualcosa solo per intrattenere gli altri? Non sono un clown su un palco.” Gli ho fatto delle pressioni e gli ho chiesto come si sentiva quando gli altri non ridevano? Mi ha risposto “Allora non capiscono il mio humour e rimangono perplessi”. Ho capito che l’arroganza faceva parte del suo humour e che non gli importava della faccia scioccata che ho fatto quando ho sentito la sua risposta. Non mi avrebbe mai dato una risposta che mi rendesse felice, cosi come non avrebbe mai fatto dei compromessi sul suo senso del humour per rendere gli altri felici!

La persona con la quale hai una conversazione non sa mai se lo scherzo riguarda lei o meno e così, per non rischiare che diventi il bersaglio, nel 90% dei casi decide di ridere. Se non sei dipendente dalle sue risate riuscirai a mantenere un ruolo superiore nell’interazione.

Insegno ai miei studenti a non essere i buffoni, ma i Re! Il quale, mentre intrattiene la sua corte dice anche “Questo è il mio mondo, non vi piacerebbe farne parte?” Conosce la sua grandiosità, conosce la sua forza. E se qualcuno non può o non è in grado di capirla allora saranno loro a sembrare stupidi e dovranno salire al suo livello.

Ricordatevi, se siete felici di essere gli intrattenitori, e se questo è il vostro punto forte allora andate avanti. Ma ricordatevi, se fate degli altri i giudici della vostra routine allora diventeranno i vostri padroni. Voi dovete essere gli intrattenitori che quando finiscono la loro performance tutti vogliono avere accanto.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Topiche di seduzione miste
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 17/09/2008

Biografia dell'Autore

Kezia è una ex-collaboratrice ai nostri corsi di seduzione dal vivo nel Regno Unito. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Commenti

  1. Alleycatlol dice:

    Spesso ciò che io trovo divertente non è divertente per gli altri. Quando faccio ridere gli altri è per due ragioni: o perché capiscono le mie battute o perché pensano che sia divertente il fatto che per me lo è. Nella commedia non bisognerebbe mai ridere alle proprie barzellette, ma io lo faccio perché sono per me.

    A

  2. AnthonyP dice:

    In realtà i clown e i giullari di Shakespeare erano scemi illuminati che prendevano in giro l’intera corte. Gli imperatori romani assumevano i giullari affinché li accompagnassero durante le processioni e sussurrassero nelle loro orecchie che la gloria è vana e passeggera. C’è una simbiosi molto interessante tra il maschio alfa e lo scemo di corte e non si capisce bene chi sia l’uno e chi l’altro.

  3. Alleycatlol dice:

    Una delle cose che più mi divertono quando faccio lo scemo, è vedere come si comportano le persone quando si fanno un certo parere su di me. Più pensano di essere intelligenti e più mi diverto.

  4. Romy Hoyle dice:

    Credo che tu abbia ragione ma per molte persone il bisogno di stare al centro dell’attenzione è un’abitudine difficile da cambiare. Io stesso facevo il comico ma poi mi sono reso conto che non sono come gli altri, non ho bisogno di approvazione e di attenzione.

    Avresti anche dovuto dire che le donne sono attratte dagli uomini che le fanno arrabbiare, perché sarebbe un’ottima motivazione per i PUA per concentrarsi sull’essere se stessi.

    Alle donne, per lo meno a quelle con un’ottima autostima, piace essere prese in giro, piace che vengano fatte delle battute su tutte le cose divertenti che fanno inconsapevolmente.

    Nonostante le donne dicano che sono attratte dagli uomini che le fanno ridere non è una qualità sufficiente.

    Infatti, ricordo che a un famoso comico americano è stato chiesto se essere comici e famosi gli fa avere più successo con le donne, e lui ha risposto: ”No, alle donne non piacciono gli uomini divertenti, loro pensano che qualsiasi cosa dica l’uomo che le piace sia divertente”.

  5. jim dice:

    Questa è roba da sfigati ma tu Kezia sei super sexy in quella foto. Mi rendo conto di essere il primo a dirtelo.

  6. Antonio "Poker" dice:

    Sono d’accordo con quello che dici, devi raggiungere un equilibrio tra l’intrattenere gli altri e intrattenere se stessi.

    Questo post mi ha fatto venire in mente una favola in cui un giullare è innamorato della principessa e pensa che anche lei lo ami solo perché ride alle sue barzellette ed è molto attenta ai suoi giochi. Il problema è che lui non si è mai specchiato ma poi ad un certo punto lo fa e scopre che la principessa non rideva con lui ma di lui. Questo succede a molti uomini e il tuo post fa sicuramente riflettere e aprire gli occhi a molti ragazzi.

    Grazie Kezia

    POKER

  7. Rob dice:

    Non ho niente da aggiungere. Questo post è fantastico e mi ha fatto riflettere molto.

  8. chris laing dice:

    Essere divertenti è una qualità molto potente. Ho scoperto che la commedia può essere usata anche con dei CAP e l’ho scoperto solo dopo essere passato per la fase da giullare. Con il tempo si migliora e si impara.

  9. Onder dice:

    Sono d’accordo con te, la cosa più importante è essere felici dentro di sé.

    Una volta un mio amico molto saggio mi disse che niente di quello che possediamo in realtà è nostro. Possiamo avere molti amici, bei vestiti, belle macchine e una bella casa, ma, verranno insieme a noi quando moriremmo? No, tutto rimane li. Nemmeno il corpo è nostro.

    Una volta che capisci questo non hai più bisogno di niente e di nessuno per essere felice. Le persone dovrebbero amarti per come sei, non per cosa indossi e per quanti soldi hai. Niente di tutto ciò è importante…Ciò che conta è amare se stessi e mantenere la propria integrità.

  10. Richard dice:

    Una cosa che ho sentito dire da qualche parte è “mai aspettarsi una reazione”.

    Se un comico racconta una barzelletta e poi fa una pausa per gli applausi di solito sono applausi fuori luogo, obbligati.

    Bisogna comportarsi come se non ci si aspettasse alcuna reazione alle battute e credetemi sarete più attraenti.

  11. PhilipC dice:

    Credo che la chiave per essere divertenti e anche stare bene con se stessi sia la spontaneità. Per esempio, se si racconta una sorpresa che si conosce a memoria probabilmente non ti fa ridere perché già la conosci, se invece, dici la prima cosa divertente che ti passa per la testa allora ti diverti perché sei sorpreso.

  12. Ben dice:

    Uno dei miei problemi più grandi è che prendo tutto troppo seriamente. Dopo aver studiato la PNL ho capito che è qualcosa che è nella mia testa e può essere cambiata. Così, ora, sto cercando di essere più divertente e la cosa importante è che non devo sforzarmi per farlo.

    Non sto cercando di essere divertente ma sto lasciando che il mio humour emerga da solo e che mi faccia divertire.

    Questo post è molto profondo…forse lo sto prendendo troppo sul serio…lol.

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • 1 on 1 con Giulio a Roma.

    Mi è piaciuto molto il modo in cui mi ha spiegato la parte teorica e successivamente pratica in disco.

    Schietto e diretto. Io personalmente avevo problemi di ansia di approccio e su come instaurare una conversazione.

    La prima superata con successo, ho approcciato mezza discoteca ahah,... ..continua a leggere

    Andrea santi Avatar Andrea santi
    19/01/2019
  • L'arte della seduzione è un argomento fantastico. Si dovrebbe studiare a scuola. E i bootcamp che organizzate sono eventi che dovrebbero provare tutti nella vita. Ho partecipato al mio primo bootcamp a Roma con l'istruttore Giulio. Mi sono divertito molto e ho fatto cose che non avrei mai fatto se... ..continua a leggere

    Limbo Fiore Avatar Limbo Fiore
    19/01/2019
  • Ho effettuato un bootcamp a Roma con Giulio, che ha davvero molta dedizione nel suo lavoro da istruttore, usa tutte le sue energie per capire punti forti e deboli di ogni singolo corsista e darci consigli specifici per le nostre situazioni. È stato molto schietto nel dire quali sono stati... ..continua a leggere

    Andrea Della Valle Avatar Andrea Della Valle
    13/01/2019
  • Prodotti in generale molto validi per capire e saper affrontare nel modo corretto questo ambito. Ho appena fatto una consulenza con Giulio, persona preparata che ha saputo trattare in maniera esaustiva gli argomenti richiesti, in particolare spiegandomi i concetti base e dandomi degli obiettivi, semplici ma allo stesso tempo efficaci... ..continua a leggere

    Carlo Ceolini Avatar Carlo Ceolini
    07/01/2019
  • Ho fatto una consulenza telefonica con giulio e devo dire che mi ha fatto capire tantissime cose nuove per quanto riguarda i cold approach anche lui é di roma quindi mi ha dato dei consigli particolarmente mirati. Non vedo l'ora di farne altre

    team millionaire Avatar team millionaire
    06/01/2019