Contatto Visivo, Rapport E Conversazione Scorrevole
5 - 1 voti

Contatto Visivo, Rapport E Conversazione Scorrevole

l'importanza di un buon contatto visivo

l'importanza di un buon contatto visivo

L’altro giorno, tenevo un corso di seduzione individuale e personalizzato, e a un certo punto, mi sono reso conto dell’importanza del contatto visivo. Eravamo in un set (gruppo) insieme, io stavo lavorando sul mio obiettivo e allo stesso tempo osservavo lo studente. Sono riuscito a stabilire subito un comfort e un rapport - fasi importantissime del gioco di seduzione - con la mia ragazza, ma la sua conversazione (del ragazzo), sembrava subire una battuta d’arresto. E’ una situazione abbastanza comune e infatti moltissimi ragazzi mi dicono che a un certo punto non sanno più cosa dire, ecc. Anch’io avevo lo stesso problema, ma ai tempi non ero completamente consapevole dell’esistenza di tutti quegli elementi che fanno sì che questo non accada più.

Lui ha rotto il contatto visivo per poter pensare a qualcos’altro da dire. Quando si rompe un contatto visivo, l’attenzione dell’altra persona può spostarsi su qualcos’altro. Si guarderà intorno alla stanza, ci saranno delle cose che cattureranno la sua attenzione, gli occhi girovagheranno e cosi anche la mente. Il momento di contatto si spezza. Mentre, è molto difficile che tutto questo accada, quando c’è un contatto visivo; può capitare di guardare altrove, ma sei subito risucchiato dentro.

Sapevo già tutte queste cose, ma quello che mi ha fatto riflettere è stata la tempistica della rottura del contatto visivo.  Se lo interrompi mentre c’è una pausa nella conversazione (perché il soggetto di cui si parlava è concluso, stai pensando a cosa dire dopo) allora aumenta sicuramente l’entità della rottura e si crea una conversazione del tipo stop/start. Se invece interrompi il contatto visivo mentre tu o lei siete nel pieno della conversazione, allora, non si crea una rottura cosi grande perché le parole continuano a fluire e catturano l’attenzione. Io raccomando il costante contatto visivo, ma ho notato che anch’io lo interrompo mentre gesticolo, mentre parlo con ragazzi, o in generale mentre parlo con qualcuno che non voglio che si senta attratto da me. Ma lo interrompo solo quando non c’è una pausa nella conversazione, e questo significa che perdo solo l’attrazione ma non anche il flusso di parole.

Un altro elemento negativo che il mio studente ha usato, è stato il fatto che ha annuito e mosso la testa troppe volte mentre la ragazza parlava. Inconsciamente, questo le ha comunicato che dovrebbe finire velocemente quello che stava dicendo. Sappiamo tutti come ci si sente quando qualcuno annuisce e dice: aha, si, aha- è davvero fastidioso e ci comunica che anche l’altro vorrebbe dire qualcosa. Lui non lo stava facendo verbalmente, ma stava annuendo e muovendo velocemente la testa, cosa che fa sembrare che non stesse ascoltando con attenzione e che ha fatto pensare alla ragazza che anche lui volesse intromettersi nel discorso e dire qualcosa.

Se sei in grado di mantenere un contatto visivo, di usare lo stesso tono di voce che lei usa, di usare un linguaggio del corpo rilassato, allora puoi creare un ambiente in cui la ragazza si dimentica di tutto quello che la circonda per qualche minuto, è quasi come uno stato ipnotico. Questo è quello che io faccio, ed è per questo che la mia conversazione scorre. Ci focalizziamo l’uno sull’altra, io non penso tra me e me a cosa dire, e lei non si guarda intorno distratta. E’ un’arma potente.

Certamente, il contatto visivo è fondamentale anche durante la fase di seduzione.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Topiche di seduzione miste
Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: contatto visivo conversazione Data di pubblicazione: 30/03/2007

Biografia dell'Autore

Gambler è il fondatore di PUATraining ed è presente ai nostri corsi di seduzione dal vivo nel Regno Unito ed ogni tanto come Special Guest a quelli in Italia. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Commenti

  1. Richard dice:

    In poche parole, per farla più semplice, ASCOLTA LA DONNA!
    Perché facendo realmente attenzione a quello che la donna dice, la conversazione diventa molto semplice e scorrevole. Per prima cosa la rimorchierai nel hook point (nel punto di aggancio) dove vuoi che la conversazione si diriga, secondo, non dovrai pensare a cosa dire perché la starai ascoltando, e terzo, dato che stai ascoltando, troverai naturale dire o chiedere qualcosa per ampliare il discorso.
    Annuire può essere irritante, è molto fastidioso quando stai dicendo qualcosa che ci tieni a dire e qualcun altro prova a intervenire dicendo “si, si” e annuendo – da li in poi l’altra persona dirà sicuramente “ a me è successo, ecc..”. Se guardate con attenzione i programmi televisivi, quelli comici, noterete che i comici litigano sempre su chi debba essere a dire la cosa più divertente. Non c’è niente di male nell’annuire con discrezione per incoraggiare l’altra persona a continuare la conversazione, ma annuire in maniera eccessiva è sconsigliato.
    In un’interazione con una donna, noi non dobbiamo essere quelli che vogliono dire qualcosa di più intelligente o divertente; dobbiamo dimostrare di saper ascoltare e capire e solo allora la donna sarà più disponibile ad ascoltare quello che diremmo in seguito.

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018