ATTENZIONE ALLA MACROCALIBRAZIONE VOL. 1 – IL VESTIRSI
5 - 1 voti

ATTENZIONE ALLA MACROCALIBRAZIONE VOL. 1 – IL VESTIRSI

Nota:

L’articolo che segue ha un taglio volutamente “alto/ avanzato” per diversi motivi.

Uno dei piu’ importanti e’ che in giro nella rete vi sono tante baggianate e robe per bambini che mi sono stufato di leggere cose del genere.

La mia e’ una scelta che mi permette di allontanarmi dai modelli di cui sopra, dato che il Game da bimbi non fa per me.

A noi:

In questi anni ho visto scrivere ed applicare alcuni concetti del Game e poi l’opposto degli stessi per vedere che funzionavano ugualmente

Perche’ ?

La risposta e’ quasi sempre nella Macrocalibrazione (esterna),opposta alla macrocalibrazione INTERNA (vedi mio articolo relativo).

Ho scoperto la Macro qualche mese fa e mi ha cambiato radicalmente il modo di “vedere la realta’”.

E’ qualcosa che ho scoperto grazie alle interazioni con diverse culture (in giro per gli USA e per l’Europa)

Spesso vari autori parlano di MICROcalibrazione: tutti quegli “aggiustamenti” che si fanno “sul campo, per non uscire di strada”. Questo e’ quello su cui loro puntano per far notare quanto siano “bravi”. La realta’ e’ che la loro bravura gira sotto il 90% della Macrocalibrazione. Pero’, siccome la loro interazione avviene semore nello stesso ambiente e con lo stesso tipo di HB, loro non se ne accorgono. Nel Game la microcalibrazione conta solo per il 10%

Ma cosa e’ la MACROcalibrazione ?

Secondo la mia definizione:

“e’ tutto quello che accade nel momento in cui le condizioni al contorno sono piu’ forti del modello del Game di una persona”

Chiaro, no?

Vediamolo meglio.

Nel Game vi sono 3 elementi importantissimi:

1)Il vostro Game

2)Il tipo di HB con cui interagite ed il ”suo Game”

3)L’ambiente dell’interazione

Quando qualcuno scrive un libro, o vende i propri prodotti, su cosa punta? Quasi tutto sul punto 1.

Questo perche’ blocca i punti 2 e 3 (stesso tipo di ragazze, stesso ambiente), dato che “si specializza” in quel campo. E questo spiega la difficile replicabilita’ del Game tra una persona ed un’altra a meno che l’istruttore non sia consapevole ed aiuti lo studente a chiarirsi le idee sui punti 2 e 3.


Vediamo una applicazione della Macrocalibrazione nel modo di vestire.

Il vestire e’ uno dei 10 interruttori dell’attrazone.

Bisogna “vestire bene” perche’ questo genera attrazione ancor prima di arrivare all’opener.

Questo e’ quello che si legge ovunque e quello che dicono vari istruttori attorno al mondo.

VERO?

FALSO.

Perche’ falso?

Perche’ molti istruttori hanno operato per anni sotto le stesse condizioni al contorno (punti 2 e 3), non avendo avuto mai il problema di chi si muove tanto in diverse culture

Sulle basi del loro mondo unidmensionale hanno definito il modo di vesitre “per bene”, ma quando i loro articoli hanno fatto il giro del mondo sono sorti i primi problemi

Quando uno studente mi chiede “come e’ meglio che mi vesta?”

La mia risposta e’:

1)dove andrai per incontraree le donne

2)“Che tipo di donna vuoi attrarre in questo posto

Esempio 1 :

Immaginiamo che uno voglia attrarre una ragazza rasta che frequenta i corrispondenti circoli.

Bene, nulla in contrario.

Forse non sarebbe opportuno che io gli consigli un abito con giacca e cravatta per andare a trovarla nel suo bar di riferimento

Vediamo un altro caso estremo:

Il peackocking tanto professato da Mystery: ossia vestire come un pavone per essere notato dalle ragazze.

Ma lui, dove lo ha sviluppato?

A Los Angeles, in California. Un posto a diversi fusi orari dall’Italia e con ragazze “piuttosto allegre e che badano molto all’immagine ed ai modelli TV”

Vediamo il suo modello nella mia esperienza:

Io ho vissuto per due anni e mezzo un una citta’ di 1 milione di abitanti in centro inghilterra.

La popolazione locale e’ sempre ubriaca nei weekends dopo le 21.00 pm e normalemte molto “provinciale”

Sulla via principale ci sono circa 30 locali e tutta la citta’ si riversa li.

Vi sono un paio di locali stile anni 70 ed 80 che attirano centinaia di persone vestite n modo Peackocking, o da carnevale.

E qui vedi i vari batmans,superman, Rambo, A-team, e personaggi di fumetti vari (cowboys, sceriffi, marinai, ecc).

Mettersi in mostra in modo peackock in questo ambiente vuol dire in automatico

“non essere notato” – tanto la ragazze sono abituate ai pagliacci ambulanti

Per certo lo stesso modo di vestire “estremamente alternativo” in alcuni posti, come ad esempio il mio paese nativo ( 30,000 abitanti) vi puo’ garantire di essere presi “a mazzate” dalle bande teppiste locali.

Grazie, Mystery!

Esempio 2:

Sempre nella stessa inghilterra, un Italiano pensa che vestendo “bene”, da Italiano, potra’ essere notato dalle inglesi.

VERO?

FALSO.

Le inglesi sono abituate allo stesso sistema di “copy and paste” che hanno i propri uomini.

Questo modello prevede che gli uomini il sabato sera vestano rigorosamente con

-Jeans

-Camicia bianca semplice a manichine (indipendentemente dalla temperatura esterna, sia essa -2 o +28)

-Scarpe il cui colore non si accoppia con la cintura

-Assenza totale di qualsiasi giubbotto, cappotto, sciarpa o guanti in inverno

Andateci per credere.

Se uscite con la camicia figa o i jeans da 200 euro o le “Pradine”, assieme al cappottino di pelle di nappa, firmato D&G, NON SARETE NOTATI.

Le HB inglesi vi vedranno come degli omini verdi arrivati ad attaccare il loro pianeta. Il vostro Demonstration higher value (DHV), che poteva funzionare con le ragazze italiane, diventa il vostro peggiore Demonstration Lower Value (DLV).

Ancora prima di aprire bocca, partite con un piede nella fossa.

Aprite delle HB “vestito da italiano” e, a meno che esse non abbiamo viaggiato in lungo e largo per l’europa (cosa dubbia da parte di una citta in mezzo all’inghilterra) vi daranno lo stesso trattamento che danno al venditore di rose ambulante

Perche’???!

Differenza culturale.

Le condizioni al contorno ( il loro diverso modo di intendere la moda) sono piu’ potenti del vostro mgliore Game à Macro Calibrazione.

Esempio 3

Qualche anno fa sono andato in Polonia attraverso una serie di piccole citta’ con un amico: Katowice, Glivice, Oswiecim, Scahwdinca.

Diversi anni fa ignoravo il “potere del Game”, mi ricordo pero’ che si vedevano delle bambole HB10 vestite da modelle con degli uomini vestiti “inguardabilmente male”. Un mare di coppie definite “improbabili”: da un punto di vista probabilistico tale coppia non puo’ esistere.

Eppure era pieno di coppie di questo tipo.

Gli uomini nei clubs si presentavano con:

pantaloncini bianchi sportivi, scarpe da ginnastica per correre, calzettoni bianco spugna, maglietta tipo vogatore.

Da bravi italiani io ed il mio amico vestivamo “bene” tutte le sere.Questa eleganza non ha suscitato l’ interesse di alcuna HB, che ci guardavano, invece, come schifate.

Purtroppo questo look ha suscitato l’interesse degli uomini, (che probabilmente di Italiani non ne avevano mai visti in quei posti)ed in un paio di situazioni abbiamo rischiato parecchio...

Lo stesso nostro look nella piu’ grande citta’ universitaria mi ha garantito (con un decente Game) 3 f-close HB in 4 giorni.

Fate attenzione: Macrocalibrazione: sappiate dove andate ma soprattutto come vestite.

Detto questo resta da dire che il popolo Italiano almeno alll’estero gode di buona fama nel vestire ( e questo e’ accettato in modo oggettivo, piuttosto che soggettivo)

Inoltre tanto piu’ adulte sono le HB, tanto maggiore sara’ la loro attenzione nel vostro modo di vestire “ di buon gusto”

Di seguito vi do una prima lista delle regole che vanno bene quasi ovunque in termini di look con le seguenti condizioni al contorno:

1)bar/lounge/club abbastanza elegante (no rock clubs, marjuna parties, punk areas, gothic, etc...)

2)HB “comuni/normali” e vesite “elegantemente”

3)Periodo: venerdi o sabato sera

4)Paese: Italia

(Ccome vedete ho bloccato le condizioni al contorno)

-evitare le t-shirt o le polo da golf (quelle si usano e funzionano in USA)

-evitare cappellini sportivi (come sopra per gli USA)

-Indossare una camicia da sera (ma non quella che vi mettete in ufficio)

-Le camice a maniche corte no! ( risvoltatevi le maniche di quelle lunghe)

-La giacca va bene su un jeans (casual, bianca, nera, non troppo elegante)

-Le magliettine aderenti vanno bene, specie se avete fisico sportivo. Meglio ancora se non fa troppo caldo con sopra una giacca non troppo elegante

-Gli occhiali da sole in testa se avete piu’ di 18-22 anni, NO.(fate gli uomini)

-Il colore dei calzini deve andare daccordo con il colore dei pantaloni (NO AI CALZINI BIANCHI!!)

-Il colore delle scarpe si deve abbinare a quello della cintura (possibilmente nere)

-Le scarpe da ginnastica servono, appunto per fare ginnastica o sport (caso a parte le scarpette firmate)

-Create contrasto di colori (nero con bianco, blu con bianco). Non vestitevi tutto bianco stile gelataio o tutto nero stile funerale

-Evitate di mettere tutti gli abiti di firme costose, non eccedete. Se siete facoltosi, vi sono altri modi per trasmetterlo in modo elegante. Non ostentate.

-Il maglioncino di lana della nonna tenetevelo per dentro casa quando si rompe la stufa

-In discoteca va bene una camicia. Se fuori fa freddissimo portatevi un cappotto caldissimo (che lascerete al guardaroba)

----------------------------------------------------------------------------

Come vedete, gran parte del Game, non consiste nel fare cose magiche, quanto piuttosto iniziare ad EVITARE di fare errori grossolani (MACROCALIBRAZIONE INTERNA ED ESTERNA).

Uno di questi errori e’ proprio sbagliare cosa indossare, rispetto alle condizioni “al contorno”

Sapere cosa indossare non fara’ miracoli, ma almeno vi evitara’ di essere abbattuti sull’opener perche vestti in modo “fuori luogo”

Questo ed altro li spiego in modo approfondito durante il One – to – one o il bootcamp, con un modello preciso.

Morgan – Puatraining


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Fashion, I consigli sulla seduzione, Topiche di seduzione miste
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 23/06/2009

Biografia dell'Autore

Morgan è un Consulente PUA che si occupa delle nostre Consulenze email & Skype Contattaci per ulteriori info. Morgan è felice di ricevere i tuoi commenti ai suoi articoli. Morgan vive ed opera su Cologne (Germania).

Commenti

  1. VINCENZO dice:

    Si! Mi e’ piaciuto, posso aggiungere che in Discoteca mi riesce piu’ difficile agganciare.
    A volte il volume troppo alto, a volte……..troppo alcool o peggio ancora pasticche,droghe ecc che svolazzano soprattutto nei bagni.Cmq credo che il miglior momento in Discoteca e’ quando la tensione inizia ad abbassarsi,quindi non subito appena entrati.

  2. VINCENZO dice:

    OKAY

  3. Melody dice:

    Ciao Morgan,

    avendo anch’io viaggiato moltissimo, comprendo bene quello che vuoi dire descrivendo alcune situazioni limite come quelle che hai vissuto nelle cittadine polacche, o inglesi.
    Tuttavia, mi sembra che quanto detto, venga a cozzare con uno dei fondamenti del game, ossia ”differenziarsi”.
    Tu cosa ne pensi?

    Saluti,
    Melody

  4. Morgan dice:

    Ciao Melody,
    grazie per il commento

    Si, il differenziarsi aiuta ad “essere notati ” .
    Come pero’ si e’ notati dalle HB, cosi’ si sara’ notati dagli uomini, la cui reazione puo’ variare.
    Adesso… la reazione di gente che vive a Los Angeles puo’ essere molto differente da quella di gente che vive in un piccolo paesino.
    E questo vale sia per gli uomini che per le donne.
    In linea di massima meglio mettere un piccolo accessorio (collana, bracciale) che possa suscitare l’attenzione, piuttosto che andare in giro con un turbante da clown e le unghie dipinte di nero ( caratteristiche queste che credo in Italia non siano nemmeno viste troppo bene).

    Ovviamente molto dipende dagli ambienti sarging. Stiamo parlando di una festa di Halloween, un luogo di vacanza, una festa di addio al celibato,…. ?

    Ci sono posti (normalmente di alta classe) dove non entrerai mai vestito in quel modo, mah..! ehi! Non sono proprio questi posti di alta classe dove ci sono le migliori ( e le piu’ dure HB?)
    MACROCALIBRAZIONE

    Inoltre anche che quando parliamo di “differenziarsi” andiamo molto oltre il tema “vestire”. Nel pick-up questo si estende al Body language, alla capacita’ di passare gli Shit test, al Frame control ed alla interazione con la donna….

    E’ come una auto. L’aspetto peackock puo’ farti notare, come il look esterno di una auto, ma quello che nel medio e lungo termine verra’ ricordato dagli altri in pista sara’ la performance della tua auto.

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Ho effettuato un bootcamp a Roma con Giulio, che ha davvero molta dedizione nel suo lavoro da istruttore, usa tutte le sue energie per capire punti forti e deboli di ogni singolo corsista e darci consigli specifici per le nostre situazioni. È stato molto schietto nel dire quali sono stati... ..continua a leggere

    Andrea Della Valle Avatar Andrea Della Valle
    13/01/2019
  • Prodotti in generale molto validi per capire e saper affrontare nel modo corretto questo ambito. Ho appena fatto una consulenza con Giulio, persona preparata che ha saputo trattare in maniera esaustiva gli argomenti richiesti, in particolare spiegandomi i concetti base e dandomi degli obiettivi, semplici ma allo stesso tempo efficaci... ..continua a leggere

    Carlo Ceolini Avatar Carlo Ceolini
    07/01/2019
  • Ho fatto una consulenza telefonica con giulio e devo dire che mi ha fatto capire tantissime cose nuove per quanto riguarda i cold approach anche lui é di roma quindi mi ha dato dei consigli particolarmente mirati. Non vedo l'ora di farne altre

    team millionaire Avatar team millionaire
    06/01/2019
  • Sono appena tornato da un 1on1 a Roma con Giulio. All'inizio abbiamo fatto un paio d'ore di conoscenza e teoria per vedere quali erano le mie basi e quelle che consideravo le mie debolezze. Dopodiché siamo andati subito in centro ad approcciare ragazze. Ha sorpreso entrambi la facilità con cui... ..continua a leggere

    Danilo Musella Avatar Danilo Musella
    05/01/2019
  • Ho fatto due consulenze telefoniche con l'istruttore Giulio. Mi sono trovato benissimo, è come avere un coach personale che ti guida nel fare i giusti passi nel mondo della seduzione che sembra semplice ma poi non lo è. Soddisfattissimo!!

    MARCO SGRECCIA Avatar MARCO SGRECCIA
    04/01/2019