Riprendersi la propria vita
5 - 1 voti

Riprendersi la propria vita

riprendersi la propria vita

Riprendersi la propria vita

Succede a tutti ad un certo punto del proprio percorso personale di avere la sensazione di perdersi o di avere smarrito il giusto scorrere delle cose. Capita che si è scelto un percorso di studi che si è rivelato con il tempo non essere adatto alle nostre capacità, capita di aver accettato un lavoro per il quale non si è portati e per il quale non riusciamo ad esprimerci e dare il meglio di noi stessi, capita di avere una grossa mancanza e di fronte a determinati eventi ci si sente sconfitti e abbattuti senza riuscire a esprimere la nostra energia, capita che la persona che consideravamo la nostra vita ci lascia e sembra caderci letteralmente il mondo addosso.

E’ in questi innumerevoli nonché svariati e normali casi che si innesca come unico pensiero quello di riprendersi la propria vita. Voglio rassicurarvi, nel caso in cui stiate attraversando / state attraversando / o pensate che stia per arrivare un momento un po’ debilitante nella vostra vita, che è normale.

In questi casi si finisce per aggravare ogni minimo dettaglio e sembra che il problema sia una nostra esclusiva, che nessuno è in grado di comprendere e può aiutare ad uscirne. In questi casi, in cui si è investito tempo, denaro, amore, affetto, progetti e speranze, non bisogna per niente al mondo lasciarsi trascinare nel baratro, quanto piuttosto l’unico imperativo è quello di riprendersi la propria vita e riacquistare quelli che prima erano i nostri imperativi, speranze, aspettative e musts.

Tutti abbiamo diritto di riprenderci la propria vita per viverla al meglio

Succede che per una fidanzata, per un lavoro, per degli studi stressanti, per problemi familiari, si finisce per abbandonare quello che più ci faceva stare bene, che sia un’uscita con gli amici, che sia uno sport che ci permetteva di sfogarci, che sia un hobby che praticavamo solo quando si aveva tempo libero, che siano le consuete abitudini giornaliere di fare le proprie cose. Riprendersi la propria vita significa proprio riprendere il ritmo che si aveva prima che un qualcosa lo cambiasse e ritornare così “alle origini”.

Potreste pensare mentre leggete questo mio post che è facile a dirsi ma non a farlo: dal mio canto posso dirvi che è vero, io, come chiunque altro, non siamo nessuno e non possiamo nulla davanti a quello che può sembrare insormontabile e invalicabile. Ma permettete a voi stessi di accettare i consigli, o comunque di ascoltarli e poterci almeno riflettere su.

Riprendersi la propria vita di per sé può sembrare una frase fatta e un consiglio impersonale e vuoto, ma il concetto è valido per tutti e tutte le situazioni: in momenti brutti, debilitanti e avvilenti piuttosto che finire sul divano a disperarsi e fare di tutto l’erba un fascio, riflettete sull’accaduto, analizzate cause, presupposti, conseguenze, eventi e momenti; stilate, se può aiutarvi, una lista di pro e contro e affrontate il problema. Questo è il segreto per riprendersi e ritrovare la calma: affrontare di petto ciò che vi capita e pensare che la vita, oltre che breve, è una cosa meravigliosamente rara, e nulla, ripeto nulla, può valere tanto da volerla buttare o mettere in dubbio.

Pensate in positivo, e anche se non velocemente, uscirete dal vostro momento buio senza nemmeno che ve ne siate accorti!


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Sviluppo Personale
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 29/07/2012

Biografia dell'Autore

Mia è adetta al Customer Service di PUATraining Italia ormai da anni e come tale ha avuto modo di comunicare con migliaia di uomini. Mia è lieta di mettere a disposizione il suo "bagaglio culturale" in tema seduzione acquisito in questi anni sia tramite i suoi contributi al blog che fornendo consigli femminili tramite Consulenze Private o con le sue Pillole di Seduzione. Mia è felice di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Commenti

  1. Lucrezia dice:

    Fingersi felici di una vita che non è come la si vuole è lo sbaglio più grosso che si possa commettere. L’errore generalmente è accompagnato dalla paura di prestare orecchio alla voce interiore che rimane il più delle volte inascoltata perché ci mette di fronte alla verità e alla necessità del cambiamento.

    Luogo comune da sfatare è che per ricominciare bisogna necessariamente prendere una valigia in mano è partire. La partenza non è sempre la soluzione giusta: spesso, specie quando si parte senza prima aver risolto i dissidi interiori, si rischia di aggravare il malessere altrove, pensando ancora una volta di aver sbagliato il tempo e il luogo.

    Per ripartire prima di partire bisogna vivere il “qui e ora”, lasciando che il passato non tolga le energie o che ci si proietti solo sul futuro dimenticando di vivere il presente e perdendo di vista se stessi e i propri obiettivi.

    E ricordate che le cose cambiano solo se lo volete; a volte il cambiamento sta solo nel punto di vista e nel modo in cui vi approcciate alla vita. Smettetela di demonizzare capri espiatori inesistenti, di lottare contro fantasmi o mulini a vento e di scegliere le scorciatoie.

    È importante vivere una vita da protagonisti e non da comparsa come fai ora. Nessuno ha detto che è semplice ma, anche quando il risultato è incerto, a volte è più giusto accollarsi il rischio che vivere in una prigione invisibile.

    Il cambiamento costruttivo richiede ingegno, impegno, sacrificio e un’attenta pianificazione. E voi, siete pronti a riprendere in mano la vostra vita?

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • 1 on 1 con Giulio a Roma.

    Mi è piaciuto molto il modo in cui mi ha spiegato la parte teorica e successivamente pratica in disco.

    Schietto e diretto. Io personalmente avevo problemi di ansia di approccio e su come instaurare una conversazione.

    La prima superata con successo, ho approcciato mezza discoteca ahah,... ..continua a leggere

    Andrea santi Avatar Andrea santi
    19/01/2019
  • L'arte della seduzione è un argomento fantastico. Si dovrebbe studiare a scuola. E i bootcamp che organizzate sono eventi che dovrebbero provare tutti nella vita. Ho partecipato al mio primo bootcamp a Roma con l'istruttore Giulio. Mi sono divertito molto e ho fatto cose che non avrei mai fatto se... ..continua a leggere

    Limbo Fiore Avatar Limbo Fiore
    19/01/2019
  • Ho effettuato un bootcamp a Roma con Giulio, che ha davvero molta dedizione nel suo lavoro da istruttore, usa tutte le sue energie per capire punti forti e deboli di ogni singolo corsista e darci consigli specifici per le nostre situazioni. È stato molto schietto nel dire quali sono stati... ..continua a leggere

    Andrea Della Valle Avatar Andrea Della Valle
    13/01/2019
  • Prodotti in generale molto validi per capire e saper affrontare nel modo corretto questo ambito. Ho appena fatto una consulenza con Giulio, persona preparata che ha saputo trattare in maniera esaustiva gli argomenti richiesti, in particolare spiegandomi i concetti base e dandomi degli obiettivi, semplici ma allo stesso tempo efficaci... ..continua a leggere

    Carlo Ceolini Avatar Carlo Ceolini
    07/01/2019
  • Ho fatto una consulenza telefonica con giulio e devo dire che mi ha fatto capire tantissime cose nuove per quanto riguarda i cold approach anche lui é di roma quindi mi ha dato dei consigli particolarmente mirati. Non vedo l'ora di farne altre

    team millionaire Avatar team millionaire
    06/01/2019

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Servono per garantire le funzionalità tecniche del sito, quali registrazione, login ed erogazione contenuti.

wp_session, comment_author_, comment_author_email_, comment_author__url, gdpr, _cfduid, wwsgd_visits, ls_cache_vary

Cookie di Profilazione

Monitoraggio e Statistica Visite

_ga, _gid, _gat

Cookie di Terze Parti

Cookie utilizzati da Facebook per custom audience e remarketing

dpr, wd