Certezza Di Fallire?
Dai un voto a questo articolo

Certezza Di Fallire?

Avete la certezza di fallire?

In qualità di speaker sulla fiducia ho pensato di meditare sulla parola alla quale ho dedicato molto tempo prima di ottenere degli appuntamenti. La seguente domanda, viene fuori in ogni mio seminario : “Come posso migliorare la mia autostima?

Di recente, sono uscito  con un amico del liceo. Come al solito l’argomento di conversazione scivola sempre per arrivare al mio lavoro e quindi alle donne. Con i gomiti appoggiati sul bancone di legno del bar, mi ha detto: “Vedi tu sei bravo a parlare, sai cosa dire alle ragazze”. La mia curiosità si è subito accesa. “Cosa vuoi dire?” “Lo sai, tu hai la fiducia in te stesso, sei uno di quei tipi sicuri di sé. E’ per questo che non hai paura di alzarti e  andare a parlare con loro.”

Sembrava un superpotere “TU HAI LA FIDUCIA IN TE STESSO!” Ma questo cosa significa veramente? Gli uomini ne parlano come se fosse la bacchetta magica di Harry Potter, come se solo i pochi eletti ne fossero in possesso. Io non credo a questo gene della fiducia in sé stessi. In cosa consiste allora? Che cosa differenzia una persona con una grande fiducia in se stessa dal mio amico del liceo? Perché io non ho paura di aprire qualsiasi set lui mi indichi mentre lui sta li senza fare niente? Mentre i stavo riflettendo l’ho capito. Le persone che hanno fiducia in loro stesse SONO DISPOSTE A FALLIRE. E’ così. IRREMOVIBILITA’. E’ uno degli indicatori più forti di autostima. Dopo anni e anni di approcci realizzati con successo, ho comunque paura. Ma ecco cosa mi distingue da altri: io ci provo lo stesso, e ogni volta che lo faccio miglioro. So come agire se una donna mi sottopone ad un test che ho già visto prima. Ma anche i ragazzi con un’alto livello di  fiducia in loro stessi non sono preparati a tutto, devono sapere reagire agli attacchi inaspettati. L’ego di questi uomini non verrà distrutto solo perché una qualsiasi regina di ghiaccio incontrata in qualche locali li ha rifiutati. E’ proprio l’opposto. L’uomo fiducioso si rialza e si prepara per la prossima conquista.

 

Vi lascio con una storia anonima di un mio ex cliente. E’ venuto da me un venerdì mattina per un corso individuale e personalizzato e ha esordito dicendo: “Ieri sera ho avuto il peggior rifiuto di tutta la mia vita”..lo stavo ascoltando.. “sono andato da una ragazza alla fermata dell’autobus e le ho chiesto una semplice informazione su dove sarei dovuto andare quella sera, e lei mi ha risposto: Te ne vai a fan…o!”  Sapevo che cose del genere potevano succedere ma quello che m’importava era non cosa le avesse provocato quella reazione ma come lui ha reagito. Allora lui ha detto: “ Ho fatto quello che mi dici sempre e non ho rinunciato e così le ho chiesto se fosse tutto apposto… e lei mi ha risposto “bene se tu non ti levi dalle pa..e allora me ne vado io”. Brutto vero? Sapete cosa mi ha detto il mio cliente a quel punto? Una cosa che non mi sarei mai aspettato: “Mi sono sentito alla grande dopo questa cosa! Mi era capitata la cosa peggiore che potesse capitarmi, da ora in poi sarei stato invincibile, e quella sera sono uscito e mi sono divertito più che mai!”

Nessuno nasce istruito!


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Inner Game
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 19/09/2008

Biografia dell'Autore

Matthew H è un trainer ai nostri corsi di seduzione dal vivo Contattaci per ulteriori info. Matthew H è felice di ricevere i tuoi commenti al suo post. Matthew H è anche esperto di motivazione ed auto-miglioramento

Commenti

  1. Ben dice:

    Ecco un altro consiglio molto valido che ho ricevuto : “riuscire ad ottenere qualcosa aumenta la fiducia in se stessi”. Il modo in cui io ho costruito la mia fiducia è stato scegliere un’area della mia vita che volevo migliorare e poi metterla in pratica finchè non sarei diventato bravissimo.

    Per esempio, ora ho fatto cos’ tanti approcci che SO che posso aprire con successo il 90% delle volte e non devo preoccuparmi dell’avere fiducia in me stesso. Comunque ho dovuto affrontare il dolore della sconfitta per arrivare a dove sono ora!

  2. Gabriel dice:

    Fino a una settimana fa’, quando ancra non conoscevo la PUA, prendevo ogni mio fallimento con le ragazze come inerente nel mio essere. Il 90% delle volte che trovavo il coraggio di aprire una ragazza o un set, andava male, e mi sentivo depresso.
    Ora, un rifiuto è quasi bello quanto una realzizzazione.Posso analizzare cosa ho sbagliato, imparare, migliorare e dire a me stesso che almeno ci ho provato il che mi fa essere migliore del 90% dei ragazzi che stanno lì senza fare niente. Non importa l’esito dell’approccio, l’importante è migliorarsi.

    Ovviamente è più facile da dire che da farsi, ma questo è l’atteggiamento mentale che ho mantenuto negli scorsi 7 giorni.

    Gabriel

  3. Onder dice:

    Quando ero più giovane mia mamma mi raccontava i consigli che le dava il nonno quando lei era piccola:

    “Non avere paura di nessuno…Anche se sei davanti a una giuria, ricordati che anche loro sono esseri umani”

    Mio nonno era un miliardario che si era fatto da se ed era bravissimo con le donne! Mi ricordo quando guardavo le foto delle sue ex erano tutte HB10.

    Lui è riuscito ad avere questa vita perché non aveva paura. Era un uomo senza paura, aveva molti amici ed era considerato un leader nel suo gruppo. La sua riprova sociale e la preselezione erano alle stelle! :)

  4. Tov dice:

    Tutto il mio Gioco si basa sull’avere fiducia in se stessi! Mi ci è voluto un anno per avere fiducia nelle mie capacità ma devo dire che ne è valsa la pena guardando la qualità delle ragazze che rimorchio!

  5. Tung dice:

    Avere fiducia in se stessi per me equivale all’avere successo.

    Se rimorchio le donne e ottengo il loro numero di telefono e i baci allora mi sento più fiducioso. Ottengo più successo.

  6. Antonio "Poker" dice:

    Wowww! Questo articolo è un capolavoro! Mi piace il tuo atteggiamento, il provarci e riprovarci e aspettarsi anche al peggio. Si potrebbe vedere tutto come se fosse un video gioco:

    ragazza ricettiva: 10 punti
    numero di telefono: 20 punti
    bacio: 30 punti
    Scopata: 50 punti
    Lo scenario più brutto che possa accadere: 1000 punti

    Sarebbe senza prezzo! Perchè è vero che una volta che hai affrontato il peggio non puoi che salire e ogni cosa che succederà da lì in poi sarà solo un successo.

    Bel post!

    POKER

  7. Noel dice:

    Questo è un altro articolo bellissimo della PUA Training!

    Ci sono milioni di risposte su come guadagnare la fiducia in se stessi, lasciate che vi mostri il mio punto di vista:

    ” COLUI CHE FALLISCE A PIANIFICARE, PIANIFICA IL FALLIMENTO”

    Per me è una frase molto forte. Vediamo come usarla nel mondo del rimorchio.
    Se ci buttiamo nel gioco senza essere preparati e siamo continuamente respinti sicuramente questo distrugge la nostra fiducia. Se invece pianifichiamo le nostre mosse prima di buttarci quali saranno i risultati?

    Avremmo PIU’ risposte positive. Come ci prepariamo prima di uscire?

    Leggiamo e guardiamo il materiale PUA, andiamo in palestra, facciamo pratica allo specchio, studiamo la comunicazione e il linguaggio del corpo, lavoriamo sul nostro stile e sul senso della moda. Poi una volta che tutte queste cose sono state sistemate, avremmo sicuramente raggiunto anche la COERENZA!

    Ora che ti sei preparato hai massimizzato le tue possibilità di diventare un uomo e un PUA fantastico! Sarai respinto ancora? Forse si o forse no. E cosa fare se capita? MIGLIORARSI ulteriormente.

    Saluti,

    Noel

  8. PHARAOH dice:

    Questa è la cosa giusta da sentire prima di uscire questo Sabato sera!!!

    Ora l’ho capito, bisogna andare AVANTI verso il successo!!

  9. Onder dice:

    Quello che mi ha aiutato molto è stato il mio stato mentale.

    In termini di rimorchio il giusto stato mentale è quello di sentirti come un tipo amichevole che vuole solo farsi delle amiche. Le possibilità che i tuoi approcci vadano bene sono superiori perché ti sei tolto di dosso tutta la pressione del dover rimorchiare a tutti i costi…La cosa più bella di questa tecnica è che rimorchi una ragazza semplicemente essendo socievole e amichevole e queste due cose vanno a braccetto :)

    Il miglior stato mentale che mi piace usare è l’essere interessato. Per esempio, se parlo con qualcuno per strada mi sforzo effettivamente per saperne di più su quella persona, e la conversazione scorre naturalmente.

    Sinceramente credo che nessuno di noi sia una conversatore cattivo. Il problema è che ci pensiamo troppo. La chiave è lasciarci andare!

    Lasciamo andare le nostre emozioni e facciamo in modo che le cose accadano… :)

  10. Love plus dice:

    Ciao ragazzi,

    Io non credo che qui si tratti dell’avere fiducia in se stessi. Se mirate a questo vi ci vorrà molto tempo per arrivarci.

    Quello che dice Onder è giusto e vorrei esporvi anche il mio punto di vista:

    Io credo che la chiave sia aspirare a qualcosa di più alto. Per esempio come ha fatto AFC Adam a diventare così bravo con le ragazze? Perchè si è posto degli obiettivi più alti, più grandiosi, ha voluto allargare il suo gruppo sociale e contribuire ad esso in maniera positiva, poi tutto il resto è venuto da se.

    Il meccanismo per raggiungere i nostri obiettivi è il seguente:

    – Zittire la nostra mente, attraverso la meditazione
    – Mirare ad un obiettivo più alto
    – Lasciare che sia l’universo a occuparsi dei dettagli

    Il mio obiettivo più alto, al momento è quello di concentrarmi sul presente, attraverso la pace interiore e di aiutare gli altri a fare la stessa cosa. Il sesso è uno dei modi più gloriosi per farlo. Date a tutti i tipi di donne del sesso grandioso.

    Quando parlo con una ragazza mi concentro sull’attimo e silenziosamente le auguro del sesso fantastico, rendendole le cose più semplici. Capisco che lei potrebbe voler fare sesso con qualcun’altro ma non è un problema perchè il mio obiettivo va oltre il semplice scopare, è quello di risvegliare la libertà sessuale delle persone che mi circondano.

    Cosa ne pensate? Queste sono delle mie teorie recenti che sto ancora sviluppando.

    .

  11. Rob dice:

    E’ un articolo assolutamente fantastico. Leggetelo e rileggetelo.

    Tempo fa anche io mi sono reso conto che stavo aspettando che fosse la fiducia in me stesso a venire da me PRIMA che fossi pronto a mettermi in gioco. Non parlo solo del gioco ma di ogni aspetto della mia vita.

    Da quando ho cominciato a spingermi oltre i miei limiti mi sono ritrovato in tantissime situazioni buffe e stupide, come per esempio fare bungee jumping da un ponte altissimo, cosa che mi terrorizzava ma ha funzionato e ha cambiato il mio atteggiamento.

    Quello che ho capito è che la fiducia in se stessi arriva per ultima, dopo il successo e per avere successo devi essere disposto a metterti in gioco, uscire dalla zona di conforto ed essere pronto anche a fallire.

  12. Noel dice:

    Lo stato mentale è la chiave del rimorchio. Non potete negarlo.

    Credo che la fiducia in se stessia sia una questione molto complessa, che coinvolge moltia spetti diversi. Sono d’accordo con le cose che dicono Onder e Loveplus per quanto riguarda la fiducia in se stessi ma credo che sia qualcosa di più complesso di un semplice “stato mentale”. Ma una volta che siamo in un set sono d’accordo che la cosa più importante sia lo stato mentale, ma ci sono anche altri aspetti.

    Saluti, Noel

  13. Love plus dice:

    Grazie Noel, anche io credo che lo stato mentale non sia tutto quando lo guardi da quel punto di vista.

    Cosa ne pensi del fatto che c’è un’abilità innata di attrarre le ragazze? Il giusto stato mentale le permette di uscire fuori naturalmente?

    Grazie per i feedback, peace

  14. A_1984 dice:

    Io non mi sono mai trovato nella situazione descritta nell’articolo ma mi ricordo una cosa. Una volta, quando ho aperto un set, lei mi ha chiesto se vado sempre a parlare con gli estranei e io le ho risposto che lo faccio il 99% del tempo. Non ha sorriso nemmeno timidamente. Mi ha detto che non aveva tempo per pensare ai problemi degli altri perché la sua pausa pranzo sarebbe finita presto e sarebbe dovuta andare via. Ero molto deluso e ho chiesto alla mia spalla dove avevo sbagliato e lui mi ha detto “da nessuna parte”. E’ perfettamente normale parlare con gli estranei, noi siamo una razza socievole, era la ragazza che aveva problemi a farsi approcciare dagli estranei; è stata lei a reagire in modo inappropriato non io. Non aveva niente a che vedere con l’averlo fatto bene o male.

    Da quel momento in poi ho capito che invece di considerare un rifiuto come un proprio fallimento, bisogna vederlo per quello che è, cioè un rifiuto dovuto ai suoi problemi.

  15. Onder dice:

    La differenza tra le arti marziali e l’arte del rimorchio è che la prima richiede ottime condizioni fisiche .

    Il rimorchio invece è un’abilità molto soft, è qualcosa che già facciamo naturalmente come per esempio il linguaggio del corpo e la comunicazione verbale. L’unica cosa da fare è usare la nostra mente per farci direzionare in un certo modo.

    Lo stato mentale è importantissimo.

    “Sii un tutt’uno con le tue emozioni perchè il corpo segue sempre la mente” :)

    “Be at one with your emotions, because the body always follows the mind” ;)

  16. Noel dice:

    Quindi quello che bisogna capire è che se si elimina la paurea si elimina anche il bisogno di avere fiducia in se stessi?

    E’ giusto il modo in cui l’ho interpretato?

  17. PhilipC dice:

    Avere totalmente fiducia in se stessi non significa non avere paura di essere respinti. Molti PUA mi dicono di non avere più l’ansia da approccio perché sono stati respinti talmente tante volte che il loro cervello non lo considera più come qualcosa di negativo. Ma il modo positivo in cui hanno imparato dagli sbagli li ha fatto andare avanti con successo.

  18. Irish Dave dice:

    Matt..non smetterai mai di meravigliarmi. Hai il dono di dirmi cose che già so in modo da farmi crederci veramente.

    Sei un genio!

    -D

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018