Fiducia in se stessi

Evoluzione Di Un PUA – Parte Prima – L’Anatroccolo Brutto, Timido E Introverso

Come ben sapete non riuscivo a comportarmi in modo naturale con le donne. Non ero naturale nemmeno con gli amici. Avevo pessime attitudini sociali, ero timido e introverso ed evitavo come la peste i posti dove potevo socializzare.

Poiché sono passato dall’avere niente all’avere successo con le donne, ad avere un’intensa vita sociale in un tempo relativamente breve, ho pensato che sarebbe stato utile documentare la strada che ho percorso e le influenze che ho subito.

Nel 2003, ho tirato fuori un quaderno e ho annotato i miei problemi e cosa dovevo fare per superarli. Allora non ne sapevo niente dell’esistenza delle tecniche di seduzione, quindi mi sono solo focalizzato sulle mie debolezze. Questo è quello che ho scritto:

Ho pessimo gusto nel vestirmi, sono timido, pessime abilità sociali, brutto, per niente divertente, non riesco a mantenere il contatto visivo, voce bassa, pessimo linguaggio del corpo, non so ballare, poca autostima, sfiduciato, incapace di parlare in pubblico, Cv privo di qualifiche, vivo in una città piccola e noiosa.

WOW! La buona notizia è che ho risolto tutte queste cose. Come ho fatto?

1. Mi sono iscritto a un corso TEFL in Siviglia, in modo da andare in un paese straniero ed essere obbligato a parlare davanti ad un gruppo di persone (studenti), a interagire con sconosciuti (gli altri studenti) per ottenere una qualifica e anche per visitare una bellissima città. Durante la prima lezione tremavo ma dopo solo altre 6 ore di insegnamento tutto è andato liscio.

2. Piano piano ho cominciato a riempire il guardaroba di bei vestiti e ho buttato tutta la roba sportiva e brutta che avevo indossato negli ultimi 5 anni. Ho trovato i marchi che più mi piacevano, ho imparato a riconoscere le stoffe di qualità, il modo in cui gli abiti vestono meglio, ecc..

In 2 anni avevo riempito il mio armadio con vestiti bellissimi (la maggior parte acquistati a prezzi scontati). Ho evitato i marchi scontati come Burberry e ho preferito andare sul classico con Zenga e Ralph Laurent. Ora ho un guardaroba che mi durerà per anni e mi capita molto raramente di comprare vestiti nuovi.

Dopo aver fatto questi primi due passi la mia autostima era già cresciuta…ma c’era ancora molta strada da fare.

3. Per migliorare la mia autostima in generale, la felicità, lo stato mentale, ho letto moltissimi libri utili. Ho letto tutto quello che Milton Erickson aveva scritto o che avevano scritto su di lui. Ho letto tutti i libri sulla PNL del vecchio Bandler.

Ho letto roba buddista. Ho letto libri di Robert Anton Wilson, Tony Robbins, e Alan Watts.  Ho smesso di guardare troppo la tv, ho smesso di guardare e leggere i notiziari e ho parlato meno con la gente pessimista.

Tutto ciò mi ha reso molto felice e rilassato perché mi ha aiutato a essere meno competitivo, ad avere meno bisogno dei beni materiali e  a essere meno invidioso.

Oggi giorno il mio stato mentale è molto solido, sono calmo ed è molto difficile che qualcosa mi sconvolga a livello emotivo.

Ritornate domani per leggere la seconda parte!

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Fiducia in se stessi

Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: Forum blog sulle tecniche di seduzione pua

Data di pubblicazione: 

10/01/2007

Admin

Admin di PUATraining Italia - profilo usato per raccogliere gli articoli e le discussioni più interessanti per i nostri lettori, pubblicare guest post, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Close