L’Ansia Da Approccio
Dai un voto a questo articolo

L’Ansia Da Approccio

Devo confessare che la mia ansia da approccio era peggiore di quella della maggior parte delle persone; la paura mi paralizzava e non riuscivo in alcun modo a farmela passare. Ora ho trovato un modo per farmela passare anche se molto lentamente. Facendo dei passi molto, molto piccoli. Sono del parere che bisogna comportarsi come se non stesse succedendo, ma alcune persone non riescono proprio a far finta di niente. Per questo, dopo molti esperimenti, ho creato una lista di cose che mi facevano scomparire l’ansia da approccio. Le ho messe in pratica per un certo periodo, ma dopo un po’ mi sono annoiato a farle sempre, e questo è stato uno spunto per andare avanti, per superare la mia paura. Ecco cosa fare:

1. Andate allo Starbucks, o in qualsiasi altro bar, nel momento in cui è meno affollato. Noterete che vi sembrerà che le persone “abbracciano” i muri e le finestre, nessuno vuole essere colui che si siede da solo, in mezzo alla sala. Sedetevi, guardatevi intorno, e noterete a quante persone non importa niente del fatto che non vi sentite a vostro agio a sedervi li.

PARENTESI: Se qualcuno vi guarda, è solo perché invidioso della vostra fiducia in voi stessi.

2. Camminate per strada, con o senza le cuffie del lettore mp3 nelle orecchie, e mantenete il contatto visivo con ogni ragazza che vi passa accanto, finché lei non distoglie lo sguardo. Potete fare la stessa cosa anche nei bar e nei ristoranti.

PARENTESI: Ricordatevi che, se la ragazza mantiene a lungo il contatto visivo allora le interessate; anche se non lo mantiene è comunque interessata ma ha paura di approcciarvi.

3. Camminate per strada, mantenete il contatto visivo con ogni ragazza che vedete e poi dite: “Ciao”, e se lei mantiene il contatto visivo, fate una faccia buffa, una linguaccia o qualcos’altro. Quando ho cominciato a farlo, mi dava la stessa sensazione piacevole che mi dava l’approccio vero e proprio.

PARENTESI: Se lei non ride, o è timida, oppure non le interessate abbastanza per socializzare con voi, pensateci.

4. Se lei ride, o reagisce alle vostre facce buffe allora andate li, fermatela e cominciate a parlarle.

PARENTESI: Le avete già fatto una buona impressione, non avete niente da perdere, e sappiate che è molto difficile che una ragazza cambi la sua prima impressione.

5. Comprate l’ebook della PUA Training e il CD sul Come essere sicuri di sé nell’approccio con una donna; il libro vi dirà qual è il prossimo passo da fare, mentre il Cd deve essere ascoltato la notte, ogni notte. Vi toglierà via ogni strato dell’ansietà, come quando si sbuccia una cipolla, finché rimarrà solo una goccia insignificante che potete anche ignorare.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: I consigli sulla seduzione
Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: ansia da approccio Data di pubblicazione: 20/09/2007

Biografia dell'Autore

MegaDirt è un collaboratore ai nostri corsi di seduzione dal vivo nel Regno Unito. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Commenti

  1. Rob dice:

    Materiale buono. Funziona. Ecco anche altre cose che io ho personalmente provato.

    – Parlare alle persone che lavorano nei negozi, nei cinema, ovunque comprate qualcosa oppure ovunque andate a divertirvi. So che questa non è una cosa che gli inglesi fanno solitamente, ma se foste al posto di quelle persone, vi rendereste conto che, avere qualcuno che parla con voi non è fastidioso, anzi migliora la vostra giornata. Ed è un modo fantastica per fare una routine.

    – Telefonare piuttosto che mandare sms oppure mail. Questo consiglio non vale per gli amici (con i quali probabilmente lo fate comunque), ma per le persone che non conoscete molto bene ma con le quali avete bisogno di mettervi in contatto, per le società che vi danno la possibilità di mandare una mail invece di telefonare quando avete bisogno di assistenza. Fare queste telefonate prive di emotività vi aiuterà a scrollarvi di dosso un po’ di quell’ansia da approccio.

    Trovare un lavoro che vi mette in una situazione imbarazzante. Il mio preferito è quello del raccoglitore di fondi per beneficienza – avete presente, no? Quei tizi con il quadernone, che cercando di fermare chiunque passi per strada. Le organizzazioni caritatevoli hanno sempre bisogno di volontari, e fare questo lavoro vi fa capire che essere rifiutati non è poi un disastro (e vi aiuta anche a sviluppare tecniche per non essere rifiutati cosi spesso).
    Spero che questi consigli possano essere d’aiuto a qualcuno di voi!

  2. Love plus dice:

    Sono idee niente male, Rob, soprattutto quella del volontariato.
    Provate anche queste:

    Camminate su una strada piena di negozi, come per esempio la Oxford Street, di Sabato quando c’è molta gente. Lasciate che la vostra immaginazione viaggi e pensate a tutte le cose che potreste fare in quel momento. E poi fate la prima cosa a cui pensate.

    Questa è un po’ difficile – io volevo toccare l’acconciatura afro di un tipo. Lui è andato su tutte le furie ma la ragazza che lo accompagnava si è messa a ridere.
    Fatene un’altra – qualsiasi cosa vi passa per la mente. Leggete a voce alta la scritta che vedete sulla t-shirt di qualcuno.
    Fate ancora qualcos’altro – potreste fare la ruota di scorta, seguendo qualcuno.

    Continuate cosi e quando avrete finito di percorrere la strada vi accorgerete di esservi liberati di quegli strati a cipolla di cui si parlava nell’articolo. Avrete cantato, toccato le persone, fatto la ruota di scorta in un posto affollato, dopo tutte queste cose, parlare con una ragazza sarà una passeggiata, in più sarete ancora pieni di adrenalina.

    E’ un metodo veloce e divertente per liberavi dall’ansia da approccio. La chiave per riuscirci è aumentare la vostra pazzia man mano che fate queste cose. Se a fine strada non vi sentite ancora disinibiti, tornate indietro e fatelo daccapo. Io la chiamo passeggiata zen, ma chi se ne frega, provateci!

    Bel post comunque. MD

  3. Richard dice:

    Idee fantastiche. Eccone un’altra che mi è venuta in mente:

    Passate un giorno in una città che non conoscete bene e soprattutto dove non conoscete nessuno. Prima di andarci, però, assicuratevi di organizzate un’uscita con gli amici per la stessa sera. Cosi facendo, non vedrete l’ora che arrivi la sera per poter uscire.

    Andate in quella città e datevi un orario entro il quel finire. In più fissate un obiettivo, per esempio, avvicinare 5 persone in 30 minuti. Imporre a se stessi queste piccole sfide è molto utile. Però, fate attenzione a stabilire degli obiettivi che sapete di poter raggiungere, perché altrimenti, se fallite, vi sentirete molto male.
    Cominciate con degli approcci indiretti, per esempio chiedendo l’ora, oppure chiedendo informazioni sulla strada (delle quali avrete sicuramente bisogno in una città dove non siete mai stati).

    Poi evolvetevi, “aprite” le persone con commenti o complimenti carini. Una volta che vi sentite a vostro agio, aprite set usando la vostra solita apertura – oppure provate nuove aperture. Forzate voi stessi a fare cose nuove e a fregarvene di quello che la gente pensa di voi. Sarete comunque in un posto e con gente che probabilmente non rivedrete mai più, quindi non preoccupatevi di mettevi in imbarazzo.. e se tutto va bene, magari rivedrete quella gente

    Se invece sarà stata una giornata dura, se alcuni approcci non sono andati come volevate pensate che la sera ci sarà comunque una festa fantastica dove non vedete l’ora di andarci. E’ molto importante avere qualcosa che vi fa morire dalla voglia di fare quando tornate a casa … poi sarete già caldi e pronti a rimorchiare quando uscirete quella sera! Quindi non avrete più scuse per non approcciare una ragazza.

    Se, mentre state leggendo questo post, state pensando che sia una bella idea, allora fatelo! Quando si fa il primo passo per superare l’ansia da approccio fa molto male, ma credetemi ne sarà valsa la pena.

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Ho effettuato un 1on1 con Giulio a Roma.

    Dopo una parte introduttiva dove ha capito chi sono e di conseguenza il mio punto di partenza, abbiamo fatto tante simulazioni di possibili dialoghi.

    Questa cosa e' fantastica da fare con un pua trainer! Fantastica perche' ti permette di scoprire nuove strategie nel modo... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    10/06/2019
  • La mia esperienza è stata con una chiamata Skype di un'ora con Giulio.

    Un'ora diciamo che non è sufficiente a esplorare un argomento intero, però ti può dare una base.

    Giulio è stato sicuramente disponibile e mi ha aiutato a comprendere delle cose che mi erano sfuggite per quanto riguardava la mia... ..continua a leggere

    Gianni Rossi Avatar Gianni Rossi
    25/05/2019
  • Dopo aver acquistato alcuni prodotti su PuaTraining ho deciso di fare il passo successivo e mi sono iscritto a un 1on1

    con Giulio a Roma con l'obiettivo di migliorare non solo le mie capacità sociali ma anche il mio modo di comunicare.

    L'esperienza è stata positiva e ne sono soddisfatto, adattata... ..continua a leggere

    Alessio Avatar Alessio
    20/05/2019
  • Tra la chiacchierata tempo fa con Louis e questa consulenza con Kita, ho capito di avere di fronte persone serie e preparate. Dopo la consulenza sono rimasto un po' spiazzato ma nemmeno potevo aspettarmi che Kita risolvesse in un 'ora al telefono, anni di dubbi.

    Però qualche bel consiglio me... ..continua a leggere

    Gianluca Aprile Avatar Gianluca Aprile
    12/05/2019
  • gli istruttori sono preparati, e mi sono trovato bene soprattutto con Giulio. Molto bravo a spiegare, a far comprendere i concetti, e a trasmettere l'energia giusta. L'argomento che mi ha colpito di più è stato sicuramente la conversazione, come crearla e mandarla avanti. È chiaro che con due giorni non... ..continua a leggere

    Giovanni Ross Avatar Giovanni Ross
    23/04/2019