Evoluzione Di Un PUA – Parte sesta
Dai un voto a questo articolo

Evoluzione Di Un PUA – Parte sesta

Ragazzi è passato davvero tanto da quando nel 2007 avevo scritto i miei primi post.

Come al solito, guardando indietro mi sento un po’ in imbarazzo perché sono cambiato molto da allora. Sono comunque post validi ma cosa è successo in questi ultimi anni?

Beh, nel Gennaio 2007 siamo andati avanti con gli affari, abbiamo cambiato il nostro sito almeno 3 volte ed abbiamo assunto più personale e ottenuto più clienti.

Personalmente sono diventato più interessante da quando, nel 2006 sono ritornato dalla mia vacanza con Steve, cioè ho aggiunto 3 cose fondamentali al mio gioco di seduzione:

-  Ho raggiunto una comunicazione non verbale favolosa

- Una migliore percezione sociale (per es. sono migliorato nel notare gli IDI e capire le dinamiche dell’interazione)

-  Potevo scalare, salire di livello, velocemente.

Ho fatto il mio gioco di seduzione usando queste mie nuove abilità e le ho migliorate. Sono uscito con la mia prima spogliarellista, che ho rimorchiato allo String felows. Mi ha insegnato molto sul sesso e su come essere fiducioso in me stesso a livello sessuale. Sono uscito con delle vere modelle di Victoria’s Secret e con una bellissima scienziata.

Comunque le frustrazioni non sono mancate. Uscivo spessissimo e incontravo queste donne stupende solo per caso – un invito di un amico a qualche bella festa, una ragazza che per caso finiva in un brutto locale a fine serata, ecc.

Uscivo con Anthony P e Steve e rimanevo sempre più deluso della qualità delle ragazze che incontravamo. La frase che Steve usava di più era: “Sono tutte così brutte” (ricordatevi che eravamo appena tornati dalla Lettonia).

Le abilità ce l’avevamo, ma lo stile di vita e l’accesso alle HB non proprio. Certe volte avevo accesso a qualche bella festa o sfilata, grazie ad Adam, che era il mio coinquilino, ma che mi chiedeva sempre 50£ per farmi entrare. Perciò era difficile farlo più di due volte al mese. Il resto del tempo eravamo bloccati la Tiger Tiger o peggio ancora!

Tutto è cambiato grazie ad una serie di eventi fortunati. Anthony P è colui che mi ha fatto conoscere Steve , l’uomo che secondo me ha il miglior modo di giocare che io abbia mai visto. Anthony mi ha detto di aver incontrato, durante il suo viaggio in Islanda, questo americano chiamato Brandon che lui riteneva ancora migliore di Steve. Avevamo una camera libera per qualche settimana e così abbiamo deciso di far venire Brandon, il quale poteva pagarci il volo facendo qualche corso.

Brandon non aveva mai lavorato come trainer perché era molto pigro e beveva parecchio, ma averlo a Londra per qualche settimana ha cambiato drasticamente la mia vita. Una sera eravamo dall’altra parte della strada vicino al Tiger Tiger cercando di trovare una ragazza di qualità tra le 500 presenti, e Brandon ha approcciato un paio di ragazze. Lo hanno adorato e ci hanno fatto entrare al Cafe De Paris, che era un livello più alto rispetto al Tiger(perché si entra solo su lista e non sapevamo nemmeno come si faceva a mettersi in lista). Siamo entrate con le ragazze e abbiamo avuto accesso alla zona VIP.

La serata era fantastica, le ragazze lì erano molto più belle, in particolare una. Mentre baciavo questa HB, ho incontrato Alex. Non gli piacevo perché ci avevo provato con la sua ragazza e lui non mi piaceva perché sembrava uno di una boy band con quei capelli tinti e lo stile funky. Nel frattempo però Brandon ha fatto amicizia con lui.

Qualche giorno dopo Alex viene a trovare Brandon e ci invita allo Chinawhite, che è ancora meglio del Cafe De Paris, non vedevo l’ora di andarci. La serata è stata favolosa, Brandon e io abbiamo baciato 15 ragazze e siamo finiti in una limousine. Alex, per sbaglio da fuoco al regalo di compleanno della ragazza così ci buttano fuori e danno fuoco ai capelli di Brandon. E’ stata la prima e l’ultima volta che sarei salito in una limousine rosa con delle ragazze dell’Essex!

Brandon ritorna in Usa ma io avevo conosciuto 5-10 persone nel brevissimo periodo che era stato con noi.

Ora mi rendo conto che concentrandomi troppo sulle ragazze non ho sfruttato molto le mie nuove abilità sociali. In due settimane sono passato dall’andare per le strade all’avere accesso a club esclusivi e a divertirmi insieme a gente fantastica. Sono diventato amico di molte ragazze, inclusa Angel che è la ragazza più intelligente che abbia mai conosciuto, trainer, pr e altre che sono ancora delle buone amiche.

Nei locali ci sono sempre dei custodi, come per esempio i PR, i buttafuori, che sono dei personaggi importanti che vengono invitati a un sacco di feste con i quali bisogna diventare amici. Perché se li vedete come vostri nemici perché vogliono le stesse ragazze che piacciono a voi, non avrete mai accesso alla terra promessa.

Per puro caso, questo insieme di avvenimenti mi ha portato alla persona più socievole di Londra, che ora è uno dei miei migliori amici: Alex.Può ottenere numeri di telefono come nessun altro sa fare, può diventare amico delle persone più importanti in ben che non si dica. Ha 23 anni, non lavora, non ha soldi e  vive con i suoi Non è un PUA e non lavora per la PUA Training e quello che fa lo fa solo perché fa parte della sua natura, per se stesso. E’ amico di tutti i proprietari dei club, dei manager e anche di qualche milionario. E’ una persona socievole di natura. Al massimo.

La sua positività, amichevolezza, humour, sono perfettamente equilibrati, né troppo per creare conflitto né troppo poco per non perdere rispetto. E’ una formula vincente sia con gli uomini che con le donne. Alex è la mia spalla.

In sole sei settimane sono passato dall’essere un tipo che usciva e parlavo solo con I PUA, ad uscire non solo per rimorchiare ma anche per divertirmi insieme a persone piacevoli. I risultati sono stati strabilianti. Avevo fatto il passo successivo:

1. Niente amici, niente ragazze

2. Pochi amici, poche ragazze, vita noiosa

3. Tanti amici, moltissime ragazze, stile di vita fantastico

Questa è la mia storia e questa la morale – le persone che miglioreranno la vostra vita non sono le ragazze con le quali “chiuderete”. Abbiate una visione più ampia, diventate amici di persone che possiedono abilità che a voi mancano, che ammirate e con le quali potete divertirvi. I risultati vengono da sé.

Siamo arrivati a metà 2007 presto vi racconterò di più!

Mi piacerebbe che mi raccontaste delle storie di successo in cui avete applicato le vostre nuove abilità sociali in altre aree della vita e come vi hanno aiutato.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: General
Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: gioco di seduzione Data di pubblicazione: 13/10/2008

Biografia dell'Autore

Gambler è il fondatore di PUATraining ed è presente ai nostri corsi di seduzione dal vivo nel Regno Unito ed ogni tanto come Special Guest a quelli in Italia. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

Commenti

  1. Reset dice:

    Post bellissimo!!! Dobbiamo tutti renderci conto che “il gioco” non è solo scopare… La ragione per cui sono entrato in questa community è stata migliorare le mie abilità sociali. PUNTO. Quindi sono migliorate?

    Ero molto timido e mi vestivo davvero male, tanto che al liceo mi prendevano in giro. Ma nonostante questo non avevo paura delle interazioni sociali. Avevo pochi amici ma suonavo in un gruppo solo che non appena scendevo dal palcoscenico mi spegnevo. Le ragazze mi approcciavano ma non ero in grado di proseguir. Basta con il passato..ora come sono?

    All’università sono considerato uno dei ragazzi più socievoli. Nelle discoteche non riesco ancora ad andarmene con la ragazza più bella del locale ma ottengo molti numeri di telefono. Esco spessissimo con le donne, ho ritrovato il mio stile e ho più numeri nella rubrica del telefono di quanti ne abbia avuto in tutta la mia vita. Sono felice!!! Non mi considero un PUA, faccio dei progressi lenti ma decisi.

    Le persone dicono di essere se stessi, di non cambiare. La verità è che io non ero me stesso quando ero al liceo. C’erano così tante cose che volevo fare ma non ci riuscivo. Non mi divertivo,non ero felice, non ero io. E se lo ero, ero davvero lontano da ciò che volevo e di cui avevo bisogno.

    Tutti noi siamo diversi e una cosa che funziona per una persona non è detto che funzioni anche per un’altra. Ho ancora molta strada da fare ma sono felice di chi sono ora e di quello che voglio.

  2. Joker dice:

    Ho incontrato Alex un po’ di volte. Siamo usciti in giro e devo ammettere che ha davvero un fortissimo potere sociale. La cosa più bella è che sembra non rendersene conto ed è facile essere se stessi e divertirsi quando sei insieme a lui.

    Ho moltissimi amici PUA e alcuni di loro lo saranno per sempre. Sono uscito anche con Steve, e amo il suo stile.

    Richard, grazie per avermi presentato questi ragazzi!

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018