Empatia
5 - 1 voti

Empatia

Empatia

empatia

Empatia

Empatia, psicologia e caratteristiche di personalità sembrano inevitabilmente chiamate in causa nel sostenere quella capacità di mettersi emotivamente nei panni dell’altro che viene considerata un elemento essenziale di relazioni affettivamente soddisfacenti.

L’empatia affonda le sue radici nella simbiosi madre-figlio, si raffina con l’evoluzione della differenziazione tra sé e altro, per giungere infine ad una reale maturità allorché si è in grado di percepire con estrema esattezza i sentimenti ed i vissuti altrui, staccandoli totalmente dai propri fino al punto da comprendere pienamente il punto di vista dell’altro.

L’ “empatia” non è tuttavia una dote magica né una totale adesione agli stati emotivi altrui, ma una capacità complessa che presuppone anche una buona gestione delle proprie stesse emozioni. Ma cerchiamo di saperne di più su questo concetto, prendendo in considerazione un punto di vista esplicativo-psicologico e soprattutto di contestualizzarlo nelle relazioni d’amore.

La soddisfazione nelle relazioni amorose e spesso accompagnata dalla percezione di una profonda e intima unione, dalla convinzione di conoscersi e di sapere tutto l’uno dell’altro: in poche parole di “essere una cosa sola”. Questo succede perché si ama una persona e per far ciò, bisogna conoscerla bene. L’ empatia, come l’amore del resto, è un modo per conoscere l’altro.

Essa è il mezzo attraverso il quale vengono traghettati i sentimenti più intimi, i pensieri più desiderabili e indesiderabili; è una postura mentale di apertura reciproca, che permette la costruzione di un particolare coinvolgimento (quasi una fusione) in molti aspetti della coppia: nel sesso per esempio, oppure durante un litigio.

L’ empatia sessuale, per esempio,  è un qualcosa che si costruisce in modo graduale con il tempo. Non è una dote naturale, ma si acquisisce prima di tutto avendo confidenza con il proprio corpo. Imparare a conoscere il nostro corpo e le nostre sensazioni è la base per avere dei rapporti sessuali soddisfacenti.

In secondo luogo l’empatia sessuale ha bisogno di capacità di ascoltare il corpo del nostro partner. Se vogliamo avere una maggiore intesa dobbiamo ascoltare il nostro corpo e farlo risuonare in combinazione a quello dell’altro.

L’ empatia necessita di due presupposti anch’essi apparentemente antitetici: la fusione affettiva tra sé e l’altro e la differenziazione tra sé e l’altro. Senza differenziazione infatti non è possibile giungere ad una vera condivisione, perché gli stati emotivi altrui non sono riconosciuti come esterni a sé e non sono correttamente discriminati; vedremo in seguito come l’astrologia ci dia conferma di tutto ciò. Tuttavia, senza la capacità fusionale che consente di far propri gli stati emotivi altrui non vi può essere empatia, ma soltanto una distaccata rappresentazione cognitiva.

L’empatia è quindi il risultato di un equilibrio estremamente complesso tra la capacità di discriminare e riconoscere gli affetti dell’altro come diversi dai propri e quella di accoglierli e farli propri.


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: General
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 05/11/2011

Biografia dell'Autore

Maria è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Avendo vissuto sia al nord che al sud Italia ha avuto modo di avere a che fare con diverse tipologie di maschio italiano ed è, anche per questo, totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. Marco dice:

    Interessante questo tema, ben accurato.
    Complimenti.

  2. Maria dice:

    Ti ringrazio Marco!
    Continua a seguirci…
    Maria

  3. Maurizio dice:

    Frequento molti ambienti (corsi di ballo, di recitazione, sportivi ecc..). Ho notato che le persone basano tutti i lori vissuti sulle emozione e sulla simpatia ma l’empatia è assente.
    Credo che a molte persone basti solo il coinvolgimento emotivo per stare con gli altri. Io,invece,lo trovo molto limitante. Se provo ad essere empatico mi dicono che sono “mentale” e che cerco di “spiegare” le cose. Ma in realtà non capiscono che sono comprensivo. Eppoi una persona empatica comunica verbalmente (è loquace) con il prossimo chiedendogli ad esempio: “come stai?” oppure magari racconta la sua vita cercando di comunicare il significato delle esperienze vissute ma sono interpretato come un tipo dalle “tante parole”. Io non sono così, ho bisogno di empatia quindi alla fine perdo gli stimoli in tali ambienti e mi isolo….Come posso Fare? Ciao e Grazie

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Ho effettuato un 1on1 con Giulio a Roma.

    Dopo una parte introduttiva dove ha capito chi sono e di conseguenza il mio punto di partenza, abbiamo fatto tante simulazioni di possibili dialoghi.

    Questa cosa e' fantastica da fare con un pua trainer! Fantastica perche' ti permette di scoprire nuove strategie nel modo... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    10/06/2019
  • La mia esperienza è stata con una chiamata Skype di un'ora con Giulio.

    Un'ora diciamo che non è sufficiente a esplorare un argomento intero, però ti può dare una base.

    Giulio è stato sicuramente disponibile e mi ha aiutato a comprendere delle cose che mi erano sfuggite per quanto riguardava la mia... ..continua a leggere

    Gianni Rossi Avatar Gianni Rossi
    25/05/2019
  • Dopo aver acquistato alcuni prodotti su PuaTraining ho deciso di fare il passo successivo e mi sono iscritto a un 1on1

    con Giulio a Roma con l'obiettivo di migliorare non solo le mie capacità sociali ma anche il mio modo di comunicare.

    L'esperienza è stata positiva e ne sono soddisfatto, adattata... ..continua a leggere

    Alessio Avatar Alessio
    20/05/2019
  • Tra la chiacchierata tempo fa con Louis e questa consulenza con Kita, ho capito di avere di fronte persone serie e preparate. Dopo la consulenza sono rimasto un po' spiazzato ma nemmeno potevo aspettarmi che Kita risolvesse in un 'ora al telefono, anni di dubbi.

    Però qualche bel consiglio me... ..continua a leggere

    Gianluca Aprile Avatar Gianluca Aprile
    12/05/2019
  • gli istruttori sono preparati, e mi sono trovato bene soprattutto con Giulio. Molto bravo a spiegare, a far comprendere i concetti, e a trasmettere l'energia giusta. L'argomento che mi ha colpito di più è stato sicuramente la conversazione, come crearla e mandarla avanti. È chiaro che con due giorni non... ..continua a leggere

    Giovanni Ross Avatar Giovanni Ross
    23/04/2019