I consigli sulla seduzione

Chi lavora (troppo) non fa l’amore

Molte persone che si avvicinano al mondo della seduzione e sono poco soddisfatte della propria vita sessuale in realtà non hanno alcun problema.
Sono affascinanti, magari di aspetto gradevole, ottimi conversatori oppure potenzialmente potrebbero acquisire queste qualità.

Semplicemente non lo sanno…

E non sono gli unici a non saperlo, non lo sa nessuno perchè semplicemente queste persone NON ESCONO DI CASA perchè lavorano troppo, rimanendo in ufficio fino a tarda serata o sacrificando il week end per finire dei progetti.
E’ molto semplice, nella società moderna acquisire una dipendenza che è il workalcoholism, cioè la dipendenza da lavoro.
Questo perchè è una dipendenza socialmente accettata, anzi favorita dalla cultura occidentale e anche dalla famiglia.
Lo stereotipo del secchione che non scopa si trasforma nell’uomo in carriera che non scopa man mano che si va avanti con l’età.

Chi studia o lavora troppo fallisce per due motivi, uno facilmente aggiustabile, l’altro intrinseco.
Il primo è che il poco tempo libero e le poche energie gli impediscono di avere una vita sociale, di avere hobbies o attività interessanti e la lucidità per sedurre una donna, una volta incontrata. E’ importante stabilire delle priorità nella vita e capire se davvero la compagnia delle donne ci piace più della compagnia dei nostri colleghi o di relativamente pochi euro in più sul conto in banca.

La seconda, intrinseca, è che chi lavora troppo in realtà molto spesso non lo fa per un vantaggio materiale effettivo, ma per necessità di validazione esterna. In pratica come il bambino che non studia per imparare la matematica o la lingua, ma solo per far contenta la maestra.
Spesso quindi l’impiegato che sta in ufficio fino alle 9 di sera si danneggia per compiacere gli altri e per trarre sorgente di autostima da qualcosa di esterno.
Le persone che mettono i propri bisogni dietro quelli degli altri sono per poca natura POCO ATTRAENTI anche alle donne, che per questo preferiscono chi è PADRONE DELLA PROPRIA VITA.

Per questo nei nostri corsi aiutiamo anche i nostri studenti a progettareuna vita più ricca e varia, rispettando la personalità e le inclinazioni di ognuno.

Fate un’analisi della vostra vita: lavorate troppo?

Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: I consigli sulla seduzione

Leggi gli altri articoli scritti da:

Data di pubblicazione: 

12/04/2011

Antonio

Antonio è un nostro ex-collaboratore ai nostri corsi di seduzione dal vivo. Contattaci per ulteriori info. Siamo felici di ricevere i tuoi commenti al suo post.

2 Commenti

  1. Tony

    sono un dirigente di una societa’ di telecomunicazioni.
    Sono giovane, non penso di essere messo male esteticamente ma purtroppo da quando mi sono trasferito a Londra sono molto simile al personaggio triste che hai descritto nel tuo post…
    Che mi consigli? La mia cerchia sociale e’ in netto calo per il troppo lavoro e poche energie nel tempo libero, io ho cominciato a rallentare al lavoro solo che purtroppo vivo in una metropoli molto dispersiva e non riesco a rifarmi una vita sociale come prima.

    Suggerimenti?

  2. Tutto ha un prezzo.
    Se ti impegni di meno sul lavoro la tua carriera potrebbe rallentare.
    Se lavori troppo la tua vita affettiva potrebbe esserne danneggiata.

    Devi stabilire da solo cosa ti rende felice e soddisfatto.
    Se quello che fai ti fa stare bene, ok. Se invece sotto sotto invidi chi è rimasto a fare un lavoro normale in Italia, pensaci.

    Se non sai di preciso quello che vuoi davvero, ogni consiglio è inutile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Servono per garantire le funzionalità tecniche del sito, quali registrazione, login ed erogazione contenuti.

wp_session, comment_author_, comment_author_email_, comment_author__url, gdpr, _cfduid, wwsgd_visits, ls_cache_vary

Cookie di Profilazione

Monitoraggio e Statistica Visite

_ga, _gid, _gat

Cookie di Terze Parti

Cookie utilizzati da Facebook per custom audience e remarketing

dpr, wd

Close