Vincere La Timidezza: 5 Categorie Di Timidezza e Come Superarle
4 - 3 voti

Vincere La Timidezza: 5 Categorie Di Timidezza e Come Superarle

Vincere la timidezza

vincere la timidezza

vincere la timidezza

Rossore in viso, sudorazione, battito cardiaco accelerato, tremori, nausea e ansia.. ti è mai capitato?
Le persone molto timide sanno bene di cosa sto parlando. Allora veniamo a noi: come vincere la timidezza?

Se non riesci ad avere una vita sociale tranquilla e disinvolta a causa del timore di relazionarti con altri individui, sappi che non sei il solo: ci sono moltissimi uomini che si trovano in questa situazione e vogliono vincere la timidezza. Di solito le persone timide si suddividono in due tipologie e adottano stili opposti nel rapporto con gli altri, infatti un timido può mostrare sottomissione o aggressività. Ti capita di avvertire un certo senso di inferiorità? Arrossisct e ti scusa in ogni occasione? In questo caso rientri nella prima tipologia di timido; viceversa se cerchi di nascondere l'insicurezza mostrando spacconeria e spavalderia rientri nella seconda tipologia.

Quando sei afflitto da un carattere insicuro è inoltre facile che ti etichettino come una persona asociale per la quale avere poca considerazione. A tua volta, se subisci questo trattamento ti sente gravato dal peso di un giudizio sbagliato e di conseguenza potresti tendere a chiuderti sempre di più nel tuo guscio. Alla base di questo atteggiamento è presente una bassa autostima da ricostruire al più presto per contrastare la paura di essere sempre giudicato negativamente.

All’Ospedale Sainte – Anne, a Parigi, psichiatri e psicologi hanno rilevato cinque grandi classi di timidezza, che si manifestano in relazione alle situazioni più temute. Le due più frequenti sono la timidezza di azione e la timidezza di prestazione:

  • Timidezza d’azioneè la paura di disturbare l’altro. I timidi di azione non vorrebbero contraddire gli altri per nessun motivo; non vorrebbero mai trovarsi a dover prendere un’iniziativa che potrebbe metterli a rischio di tradire un disaccordo da parte loro. A proprio agio in pubblico, non si oppongono mai. Rifuggono le discussioni, evitano di porre domande precise durante le conversazioni. La loro paura del conflitto riflette il timore di essere poco stimati.
  • Timidezza di prestazione: è l’impressione ossessiva e paralizzante che gli altri siano lì per giudicarci. L’esposizione di fronte ad una classe, la lettura di un testo durante un matrimonio sono situazioni che mettono alla prova. Questa forma di timidezza inizia a manifestarsi sui banchi di scuola, con la paura di fare domande in classe.
  • Timidezza del quotidiano: gli incontri con un vicino, o il semplice fatto di andare al lavoro e di chiacchierare con i colleghi possono essere un tormento. I timidi del quotidiano temono sguardi, silenzi, situazioni di stasi cui sembra aprirsi un baratro tra loro e l’interlocutore. Il massimo del disagio consiste nel percorrere un tragitto in automobile con una persona che non si conosce molto bene. Senso di paralisi, sudorazione e tensione interna riflettono questa paura di non “saper fare conversazione”.
  • Timidezza della rivelazione di sé: in questo caso la paura riguarda il territorio del personale. I timidi della “rivelazione di sé” sono a proprio agio con le conversazioni quotidiane, ma si bloccano quando si sfiora la loro vita personale. Li si conosce da anni, e ci si rende conto tutto d’un tratto di non sapere nulla di loro.
  • Timidezza di visibilitàquesta timidezza corrisponde all’angoscia di trovarsi a incrociare sguardi. Il timido di visibilità detesta, per esempio, passare davanti ad un caffè all’aperto con le persone sedute ai tavoli.

 

Come vincere la timidezza

Una volta che avrai scoperto l’origine e la causa che ti rende timido, puoi lavorare per vincere la timidezza e riscoprirti più sicuro di te. In primis sforzati di riconoscere di essere timido ed insicuro senza nasconderti dietro ad un dito, anche perché la diagnosi non è di un male incurabile, ma di qualcosa di cui, accertandone l'esistenza, hai già fatto il primo passo verso la soluzione. Ti consiglio di aumentare la tua autostima, aumentare le tue capacità comunicative e superare la paura di sbagliare e dell'ignoto.

È importante che tu sia convinto delle tue idee e magari non pensare troppo se vuoi dire qualcosa. Dai sfogo a una conversazione spontanea e naturale, così facendo diminuirai di sicuro l’imbarazzo. Ad esempio se sei con un gruppo di amici e devi decidere dove passare la serata, dì la tua senza timore, oppure se stai avendo una conversazione e gli altri la pensano diversamente da te non farti alcun problema a dire come la pensi. Fai sapere le tue preferenze e a piccoli passi entra anche in quei contesti in cui non ti senti a tuo agio, piano piano riuscirai a sentirti sicuro.

La costanza è la chiave per vincere la timidezza e non avere timore di affrontare la vita e i rapporti interpersonali, pensa che “ la timidezza, fonte inesauribile di disgrazie nella vita pratica, è la causa diretta, anzi unica, di ogni ricchezza interiore” (Emil Cioran)

Spero ti sia piaciuto questo articolo su Come Vincere la Timidezza! Sentiti libero di condividere ciò che pensi qui sotto nell'area commenti!


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Autostima
Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: superare la timidezza Data di pubblicazione: 17/12/2011

Biografia dell'Autore

Stefania è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Vive nel sud Italia e lavorando in un cocktail bar ha modo di avere a che fare ogni giorni con diverse tipologie di uomini e, anche per questo, è totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. Claudio dice:

    Ciao Stefania, spero che tu legga fino alla fine questo mio reply visto che non ti chiederò consigli o ti racconterò la mia situazione affettiva. Quello che mi ha spinto a scriverti è essenzialmente il desiderio di sapere a quale titolo tu elargisci tutta questa saggezza: vocazione innata nell’aiutare il prossimo? Speranza che una volta diffuso il verbo si vivrà tutti in un mondo migliore? Consapevolezza che ormai i rapporti sociali sono una merce preziosa e quindi bisogna incoraggiarne la diffusione? Ok, ho fatto la mia sparata polemica e adesso spiego il perchè.
    Le cose che riporti nei tuoi post sembrano “copia e incolla” di articoli presi da svariate pubblicazioni del settore e, leggendoli, non ricevo alcuna sfumatura che mi convinca che c’è veramente una persona che sta descrivendo le proprie esperienze o un suo punto di vista obiettivo. Sono arrivato su questo blog mediante una ricerca sui seminari per la seduzione dove vengono promessi risultati strabilianti, poi c’è questo blog dove gli autori hanno sempre la risposta perfetta su tutto; non ti senti, piuttosto, un ingranaggio di una macchina ben collaudata per ricavare utili dai problemi altrui?

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Spinto dalla curiosità e dalla voglia di cambiare qualcosa nella mia vita,ho deciso di partecipare al bootcamp di Jesolo dal 2-4 Agosto.

    Che dire,non potevo fare scelta migliore!!Il corso è stato svolto da tre istruttori(Kita,Chanel,Jonny) molto bravi e preparati,hanno saputo trasmettere coraggio e autostima a tutti noi, tolto non poche "limitazioni"dalla... ..continua a leggere

    Mirko Avatar Mirko
    14/08/2019
  • Parto dicendo che ho frequentato il bootcamp di Jesolo con gli istruttori Kita, Chanel e Jhonny...

    Che dire, esperienza fantastica assolutamente da ripetere, in quanto almeno per quanto mi riguarda mi ha cambiato la vita, ovviamente in meglio...

    Son partito che ero praticamente timidissimo e parlavo pochissimo per non parlare... ..continua a leggere

    Anatoli Avatar Anatoli
    14/08/2019
  • Lascio una recensione perché reputo il corso di valore e quindi se posso dare una mano a qualcuno ad intraprenderlo mi fa solo che piacere.

    Il corso è un corso base che però ti permette di avere comunque degli ottimi risultati.

    Il segreto non è solo nella teoria o in alcuni spunti... ..continua a leggere

    Michele Avatar Michele
    13/08/2019
  • Sono uno dei corsisti del Bootcamp di Jesolo del 2-4 Agosto 2019. Il Bootcamp è stato capitanato da Kita, assistito dagli altri due istruttori Chanel e Johnny.

    Trovo che la preparazione teorica e la capacità di esposizione di Kita non si possano mettere in discussione, per quanto comunque il poco tempo... ..continua a leggere

    Michele Avatar Michele
    09/08/2019
  • Ho appena avuto l'onore di affrontare con KITA una delle dinamiche per me più complesse, ovvero il mondo della messaggistica.

    É competente su ogni singolo punto di vista e qualsiasi sia la situazione é in grado di gestirla e ribaltare la situazione.

    Consiglio vivamente di avere una consulenza con lui soprattutto... ..continua a leggere

    Demien Aimi Avatar Demien Aimi
    08/08/2019