Paura Del Rifiuto Da Parte Di Una Ragazza
5 - 1 voti

Paura Del Rifiuto Da Parte Di Una Ragazza

paura del rifiuto

Paura Del Rifiuto Da Parte Di Una Ragazza

La paura del rifiuto è purtroppo un problema che affligge un po’ tutti, uomini o donne che siano. Chi non ha mai avuto paura di un rifiuto?

Ma ci sono persone che sono più soggette a questo tipo di paura: sono coloro che hanno in apparenza una bassa autostima, si sentono socialmente inetti e personalmente non attraenti e per questo preferiscono evitare le persone e le relazioni per paura dell’umiliazione e del rifiuto.

Il rifiuto può essere ben difficile da affrontare;  è in grado di abbatterci e demoralizzarci in modo estremamente significativo, specialmente quando stiamo indirizzando i nostri sforzi e riponendo le nostre speranze in un risultato positivo. A nessuno, in fondo, piace ricevere un bel "No", per quanto cortese ed educato.

La consapevolezza che dovremmo assumere in tale prospettiva è che il rifiuto è parte integrante del processo di crescita, nel lavoro, nelle relazioni e nella vita. E’ inutile avere paura del rifiuto, perché tanto non si può evitare. O meglio un modo ci sarebbe: rimanere chiuso da solo nella vostra  “scatola”, evitando, di fatto, di affrontare la vita in tutta la sua bellezza. E questo non è vivere.

Certamente un rifiuto, soprattutto ricevuto da una donna a cui siete interessati  è sempre poco agevole da digerire, ma attraverso alcune semplici strategie potrete venirne fuori.

  1. Non prendetela sul personale: quando approcciate una persona, in una misura più o meno ampia state aprendo voi stessi al mondo, per cui un eventuale rifiuto vi trasmette la sensazione che in quel momento siete voi come persona che venite rifiutati. Questo è il motivo per cui quando si viene respinti si tende inevitabilmente a prenderla a livello personale.
  2. E' chiaro che tale approccio finisce per rivelarsi controproducente. Provate allora, di fronte a un rifiuto, ad assumere una prospettiva diversa e a considerare quel  "no" come un rifiuto alla vostra richiesta e non alla vostra persona. Normalmente un rifiuto si riceve quando i bisogni o le esigenze dell'altro non combaciano con la vostra richiesta, non con voi. Se riuscirete ad entrare in quest’ottica, la paura del rifiuto dovrebbe attenuarsi.
  3. Cercate di tenervi pronti a un rifiuto: vi consente di gestirlo al meglio nel momento in cui questo si presenta perché in una certa misura potete decidere in anticipo le mosse da adottare di conseguenza. Tutto questo ovviamente non significa adottare in anticipo un atteggiamento di sconfitta, rassegnazione o pessimismo. Al contrario, tenersi pronti per un rifiuto significa comunque dare tutto se stessi per prepararsi al meglio per il successo e a essere rapidi a ripartire a fronte di un "no" o a una sconfitta.
  4. Imparate dal rifiuto! C'è sempre una ragione, condivisibile o meno, dietro a ogni rifiuto. In alcuni casi la vostra idea può avere punti deboli, in altre situazioni può non soddisfare i bisogni dell'altro, forse è stata esposta male, si è sbagliato approccio, vi è un'incomprensione di fondo o una diversità di vedute. Insomma, le ragioni alla base di un rifiuto ci sono sempre, per quante diverse possano essere tra di loro.

In ogni caso, qualsiasi sia la ragione dietro a un rifiuto, fatene tesoro. Se riuscite a capire cosa è andato storto questa volta, potete darvi da fare per migliorare nella prossima occasione. Ciò aiuterà la vostra crescita in modo estremamente significativo.

P.S. se ti interessa, puoi approfondire questa tematica con un nostro video che da altri consigli su come gestire le obiezioni e le resistenze di una ragazza alla tue avances

 


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Autostima
Leggi gli altri articoli scritti da:
Sono disponibili altri articoli con queste Tag: paura delle donne Data di pubblicazione: 04/10/2011

Biografia dell'Autore

Maria è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Avendo vissuto sia al nord che al sud Italia ha avuto modo di avere a che fare con diverse tipologie di maschio italiano ed è, anche per questo, totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. Hank dice:

    Porsi un obiettivo o non porsi un obiettivo? This is the question!

    Se si affronta l’approccio con uno scopo (fisico!) facendo finta di puntare alla conoscenza, il sesto senso della donna si attiva in modalità “rifiuto diretto!” per incoerenza.
    E’ come presentarsi ad una ragazza dicendo “Ciao” e avendo scritto in fronte “cerco sesso, sono disperato!”
    Meglio non porsi obiettivi allora? Forse.
    Tenendo a mente che la donna, si, mi piace come aspetto fisico ma potrebbe avere dei gap sotto il punto di vista emotivo (es. oca), igienico (es. pulizia personale) ecc. ilchè serve a riportare la visione di questa “divinità” sul piano umano.
    Insomma, ha un lato B da urlo, ok, ma serve sempre allo stesso scopo del tuo (tanto per semplificare).
    Allora?
    E’ più importante creare un contatto empatico, di conoscenza, che potrebbe (condizionale) se si è agito coerentemente, portare ad una escalation fisica…..
    :) finalmente!

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Saggio è colui che arriva in fondo alla lettura e al proprio percorso di vita.

    Premetto che ho passato, tante tante tante tante ore con gli istruttori Kita e Chanel. Le ho passate facendo teoria, pratica e rapportandomi a loro.

    Sono persone che per qualche motivo, ad un certo punto della... ..continua a leggere

    Fabio Allera Avatar Fabio Allera
    30/11/2018
  • Ho partecipato ad un 1 to 1 con Rafael. Bella persona, aperta e molto competente. Al di là di quella che può essere la teoria o la pratica, credo la cosa più importante sia il cambio di mentalità. Questo sta alla base di tutto. Abbiamo lavorato molto su... ..continua a leggere

    Gabriel Effe Avatar Gabriel Effe
    21/11/2018
  • Ho effettuato la prima consulenza gratuita ieri sera con Massimiliano. È stato gentilissimo, mi ha spiegato nei dettagli come funzionano i loro corsi, inoltre mi ha dato dei consigli molto utili, spiegandomi dove ho sbagliato nella mia ultima relazione. Purtroppo ormai potrò applicarli dalla successiva relazione, se solo avessi... ..continua a leggere

    Marco Antoniozzi Avatar Marco Antoniozzi
    20/11/2018
  • Fatto il bootcamp di Roma con Giulio. È un ragazzo molto preparato, si vede che c'è dietro molta teoria ma anche molta pratica, visto che ha iniziato a intraprendere questa avventura nel mondo del pua da molti anni. Per me è stato l'inizio, per cui sono rimasto colpito dai miglioramenti... ..continua a leggere

    Andrea Ricci Avatar Andrea Ricci
    01/11/2018
  • Il 19 ottobre ho fatto un 1on1 con l'insegnante Kita a Vicenza.

    Prima di scrivere una recensione, ho preferito far passare un pò di tempo per sedimentare le impressioni; cosa per altro molto facile visto il turbine di impegni attorno a me.

    Il nostro incontro è cominiciato con un'intervista dove mi sono... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    29/10/2018