Come Piacere A Una Ragazza – I Segreti Che Nessuno Ti Ha Mai Rivelato
5 - 1 voti

Come Piacere A Una Ragazza – I Segreti Che Nessuno Ti Ha Mai Rivelato

 

Come Piacere A Una Ragazza

 

come piacere a una ragazza

Come piacere a una ragazza e attivare i giusti interruttori emotivi

La condizione necessaria di ogni seduzione è quella di saper generare attrazione, e visto che nessuno può scegliere volontariamente se sentirsi attratto o meno da una persona, la domanda che tutti si pongono è come piacere a una ragazza.

Per capire come piacere a una ragazza bisogna riuscire ad attivare quegli interruttori emotivi, in lei geneticamente cablati, che arrivano inconsciamente a farci percepire come il maschio alpha, cioè il migliore tra i partner disponibili.

Questo perché per riuscire a soddisfare il suo obiettivo fondamentale di riproduzione, la donna,  non aumentando la sua probabilità di riprodursi al crescere del numero dei partner, è programmata per selezionare il migliore tra gli uomini disponibili.

Tra gli attivatori di attrazione nei confronti di una ragazza sono da prendere in considerazione il carattere dominante (di cui ho già parlato nel mio blog precedente, affrontando l’argomento di un atteggiamento sicuro di sé), il carisma che porta a diventare leader e guida di altri uomini, la preselezione, la capacità di saperci prender cura delle persone amate (parenti, amici, ecc.).

Per generare attrazione non è necessario possedere realmente queste caratteristiche (anche se sarebbe meglio), basta già solo che sappiate dare alla ragazza a cui volete piacere l’impressione di possederle.

Cerchiamo di capire perché queste qualità divengono attivatori di attrazione e come quindi piacere a una ragazza.

L’essere leader e guida di altri uomini, mostrandosi non autoritario bensì autorevole, riuscendo quindi a valorizzare nel modo giusto ogni elemento del proprio gruppo in modo da divenire per tutti un punto di riferimento è già di per sé la perfetta definizione di alpha male, cioè del leader tribale da cui la femmina non può fare a meno di sentirsi attratta.

L’essere preselezionato da altre donne dimostra implicitamente alla ragazza a cui vogliamo piacere che altre femmine hanno già fatto per lei un lavoro di selezione, ritenendoci attraenti e partner ambiti (spesso infatti le donne usano dire che gli uomini migliori sono già impegnati, oppure ci capita di risultare incomprensibilmente attraenti alle ragazze di un gruppo non appena iniziamo a uscire con una di queste).

Il saperci prendere cura delle persone amate prova inconsciamente alla ragazza a cui vogliamo piacere che saremo in grado di prenderci cura di lei (soprattutto nei periodi di maggiore vulnerabilità, come quello in cui dovesse trovarsi quando in dolce attesa) nonché provvedere alla sicurezza e al benessere dell’eventuale prole generata insieme.

Come dicevo prima, sarebbe meglio possedere realmente queste caratteristiche, ma basta già saperle sub-comunicare alla ragazza nella maniera corretta: per esempio attraverso il nostro atteggiamento o mediante il racconto di una nostra esperienza che indirettamente le dimostri che le possediamo. D’altronde la parola è già un primo mezzo per trasmettere la verità, chiaramente a patto che venga poi supportata da un comportamento congruente.

P. S. se ti interessa approfondire l'argomento su come piacere a una ragazza, dai un'occhiata a questo video gratuito


Accettiamo Anche Crypto Monete. Visita lo Store

2 eBook GRATIS

Richiedi Gratis 2 eBooks


Guarda anche gli altri articoli categorizzati in: Alle donne piacciono
Leggi gli altri articoli scritti da:
Data di pubblicazione: 01/11/2012

Biografia dell'Autore

Sensei è un ex-istruttore ai nostri corsi di seduzione dal vivo. Contattaci per ulteriori info.

Commenti

  1. Sayuri dice:

    Il tuo articolo è molto interessante, ma non so se concordo con tutto quello che hai detto.
    Se si mostrano alcune qualità che in realtà non si hanno si finge, giusto? E questa finzione prima o poi non verrà fuori? Mi sa tanto di presa per i fondelli!
    Se mi venissi a dire che il carisma, il carattere dominante, il prendersi cura degli altri, debbano essere accentuati per fare colpo, allora ti darei ragione.
    Fingere ciò che in realtà non si è è facile all’inizio, quando si è nella fase del corteggiamento e della prima attrazione. Se però il rapporto si protrae nel tempo sarà difficile mantenere quella maschera, il vero carattere e modo di fare verrà inevitabilmente fuori.
    Non credi che sarebbe meglio tener fede alla sincerità e capire soltanto se la cosiddetta “chimica” con chi si vuole conquistare c’è o no? Alla chimica non si sfugge, è più forte di qualsiasi parola, ma non sempre scatta e non penso se ne possa creare una d’apparenza…. o sbaglio?

    • Sensei dice:

      Evidentemente non hai letto con attenzione l’ultimo capoverso del pezzo, dove ho ribadito esplicitamente per la seconda volta che sarebbe meglio possedere queste caratteristiche anzichè simularle; aggiungendo pure che simularle non basta neanche, se poi non si mantiene un comportamento congruente.
      Precisato questo, c’è inoltre da sottolineare come l’articolo sia incentrato sulla (generazione di) attrazione e non sulla relazione a lungo termine, quindi la tua obiezione non ha senso.

  2. Christian dice:

    Se non si riesce a generare attrazione ad un primo appuntamento, perché magari non si è rilassati, tranquilli, ecc. e si viene esclusi dalla selezione della donna (che magari ti reputava bellissimo sul piano fisico-estetico), è possibile recuperare? Cioè, una volta che si è verificato il distacco da parte della femmina è possibile in qualche modo andare a toccare i suoi interruttori emotivi per avere una seconda opportunità (magari con sms o altro)?

    • Louis dice:

      Ciao Christian,

      Grazie del tuo contributo.

      La seduzione non va interpretata come tutto o bianco o nero in quanto è piena di sfumature ed è sempre tutto relativo.

      Ho visto personalmente ragazzi che hanno fatto un’ottima prima impressione mandare poi tutto in aria in quando non hanno saputo gestire le fasi seguenti della seduzione così come ho visto ragazzi che hanno fatto delle pessime prime impressioni ma che poi a distanza di anche svariati mesi sono riusciti comunque a fare breccia nel cuore della donna che desideravano quindi in risposta alla tua domanda certo che è una volta che si è verificato il distacco la situazione si può recuperare così come quando una squadra di calcio che va sotto di un goal può comunque ancora vincere la partita. Finché l’arbitro non fischia il 90esimo minuto, se hai qualità e tenacia, puoi sempre ribaltare il risultato se sei tu il primo a credere che sia possibile ;-)

  3. Gino dice:

    Ok
    Ma se una ragazza con cui mi scrivo (ci siamo visti una volta a una festa e un’altra volta dopo qualche mese da soli), mi scrive che un giorno verrà di nuovo a trovarmi, ma sono passate settimane e dopo averle scritto delle volte continua a ripetermi che verrà, ma ancora non si è fatta viva…? Aspetto o mi prende in giro?

    • Louis dice:

      Probabile che non hai creato abbastanza interesse ed attrazione in lei per farle fare veramente quel passo concreto per venire da te.. potresti provare a proporre di incontrarvi in un luogo a metà strada per vedere la sua reazione e valutare poi come muoverti..

      • Gino dice:

        Dice sempre che verrà, oppure che mi scriverà per conferma. Ma poi 0

  4. Gino dice:

    Se una ragazza dice che non è periodo per lei di innamorarsi?
    È una scusa o un pretesto per friendzonarmi oppure che devo aspettare che finisca questo periodo per lei?
    Dice anche che un suo amico (probabilmente io), li piace ma non vede una storia con lui perché prende la vita troppo alla buona, alla come li capita, tipo che fa le cose anche quando non sono previste

  5. Alessandro dice:

    Come faccio a capire se il contatto fisico che si crea fra me e lei è solo amichevole o qualcosa di più? (Sapendo che è una ragazza molto coccolona e affettuosa)

Facci sapere cosa ne pensi

*

Guarda Cosa Ne Pensano Di Noi Persone Disposte A Metterci Faccia, Nome e Cognome

  • Ho effettuato un 1on1 con Giulio a Roma.

    Dopo una parte introduttiva dove ha capito chi sono e di conseguenza il mio punto di partenza, abbiamo fatto tante simulazioni di possibili dialoghi.

    Questa cosa e' fantastica da fare con un pua trainer! Fantastica perche' ti permette di scoprire nuove strategie nel modo... ..continua a leggere

    Andrea Bruschina Avatar Andrea Bruschina
    10/06/2019
  • La mia esperienza è stata con una chiamata Skype di un'ora con Giulio.

    Un'ora diciamo che non è sufficiente a esplorare un argomento intero, però ti può dare una base.

    Giulio è stato sicuramente disponibile e mi ha aiutato a comprendere delle cose che mi erano sfuggite per quanto riguardava la mia... ..continua a leggere

    Gianni Rossi Avatar Gianni Rossi
    25/05/2019
  • Dopo aver acquistato alcuni prodotti su PuaTraining ho deciso di fare il passo successivo e mi sono iscritto a un 1on1

    con Giulio a Roma con l'obiettivo di migliorare non solo le mie capacità sociali ma anche il mio modo di comunicare.

    L'esperienza è stata positiva e ne sono soddisfatto, adattata... ..continua a leggere

    Alessio Avatar Alessio
    20/05/2019
  • Tra la chiacchierata tempo fa con Louis e questa consulenza con Kita, ho capito di avere di fronte persone serie e preparate. Dopo la consulenza sono rimasto un po' spiazzato ma nemmeno potevo aspettarmi che Kita risolvesse in un 'ora al telefono, anni di dubbi.

    Però qualche bel consiglio me... ..continua a leggere

    Gianluca Aprile Avatar Gianluca Aprile
    12/05/2019
  • gli istruttori sono preparati, e mi sono trovato bene soprattutto con Giulio. Molto bravo a spiegare, a far comprendere i concetti, e a trasmettere l'energia giusta. L'argomento che mi ha colpito di più è stato sicuramente la conversazione, come crearla e mandarla avanti. È chiaro che con due giorni non... ..continua a leggere

    Giovanni Ross Avatar Giovanni Ross
    23/04/2019