Loading

Ragazze che si masturbano

Ragazze che si masturbano

Ragazze che si masturbano

Ragazze che si masturbano

Torniamo nella sfera sessuale. Cercherò di parlare da donna di ragazze che si masturbano, argomento che cattura l’attenzione di voi maschietti e ancora inibisce noi donne. Ma perché?

Il termine masturbazione proviene dal latino “manus” (mano) e “stuprare” (sporcare, contaminare). Questo spiega il perchè tale atto sia stato aspramente condannato per tanti secoli. La Chiesa cattolica afferma ancora oggi che la masturbazione è una perversione. Al giorno d’oggi la sessualità si è fatta più libera, ma le donne che ammettono di masturbarsi sono ancora poche. Senso di colpa, vergogna?

Nonostante sia un’attività praticata dalla maggior parte delle donne per provare il piacere sessuale, la maggior parte se ne vergogna! Ma cosa c’è di cosi vergognoso e peccaminoso nell’entrare in contatto con il proprio corpo, la propria intimità, esplorare il proprio piacere, la propria sessualità femminile, insomma nel conoscersi meglio?

Ma le ragazze che si masturbano si confrontano con le amiche circa quest’argomento? Ci si scambia consigli su metodi alternativi da applicare? Oppure siamo ancora lontane dal cameratismo degli uomini? Diciamo che la masturbazione potrebbe essere un punto di partenza per conoscere il proprio corpo, le sue debolezze, i suoi punti hot. Si può capire come muoversi, come far crescere l’eccitazione, come dominarla ora con carezze delicate e ora con movimenti decisi, si impara che cosa significa sensibilità femminile. Ma si è ancora abbastanza “bloccate” nel trattare quest’ argomento .

L’autoerotismo femminile è infatti ancora uno dei grandi tabù da infrangere perché, nonostante la libertà sessuale di oggi, porta con sé quell’alone di immoralità, vergogna e spesso senso di colpa tipico delle società occidentali.

Numerosi studi provano che le ragazze che si masturbano hanno una vita sessuale molto più attiva e soddisfacente, in quanto masturbarsi è il modo migliore per conoscere i propri punti sensibili e scoprire il proprio corpo: clitoride, punto G e altre zone erogene.

Una volta che una donna saprà come raggiungere l’orgasmo, sarà più semplice anche guidare il partner per una soddisfazione sessuale reciproca.

Non esistono carezze di cui vergognarsi! Il tatto è la prima fonte primaria di comunicazione…  E la comunicazione non avviene solo con l’altro, ma in primis con se stesse! Attraverso il tatto entriamo in con-tatto, in connessione con il nostro corpo: sentiamo e non pensiamo più. Colleghiamo corpo, mente e spirito e ci centriamo sui nostri bisogni e desideri, sentendo e non facendoci influenzare dal resto del mondo.

La masturbazione è un aspetto naturale fondamentale della sessualità personale, non va trascurato o messo da parte perché, anche se apparentemente solitaria e privata, ha importanti conseguenze anche nella vita di coppia e relazionale in generale.

Le ragazze che si masturbano sapranno quindi  conoscere meglio il proprio corpo, le sue reazioni, e la sua capacità di ricevere piacere in modo naturale e semplice, diminuendo così  l’ansia legata al rapporto sessuale con il partner e incrementando in questo modo il benessere all’interno della coppia stessa.

In linea generale quindi “la pratica della masturbazione è una vera e propria fabbrica di fantasie, un potente generatore di particelle mentali erotiche.” (Henri Barte, Perché gli uomini e le donne non si intendono più?, 1998)

email
Biografia dell'Autore

Maria è una degli ultimi arrivi nel nostro team di blogger. Avendo vissuto sia al nord che al sud Italia ha avuto modo di avere a che fare con diverse tipologie di maschio italiano ed è, anche per questo, totalmente qualificata per condividere il suo punto di vista femminile su questo blog. Commenta pure i suoi post, sarà felice di ricevere i tuoi feedback.

Commenti

  1. Alex dice:

    L’argomento “masturbazione” per le donne è ancora un po’ tabù, è vero.

    Mi è capitato di buttare in mezzo l’argomento, mentre stavo in compagnia di amiche, e diciamo che le reazioni sono state complessivamente molto sorvolanti e generiche.

    Amiche un po’ bigotte? No, non penso… Credo invece che la masturbazione sia un atto così intimo e personale che le donne faticano a condividere, a volte anche lo stesso partner.

    E invece si dovrebbe entrare un po’ nell’ ottica della condivisione… Condividendo si incrementa la conoscenza e quindi si va a dare beneficio all’atto sessuale, che diventa più mirato e maturo.

    Noi maschi condividiamo tranquillamente i nostri “momenti di solitudine”, anche con battute a volte esagerate, con gli amici. Non dico di essere esplicite come noi, ma fateci capire un po’ di più come funzionate:D

Facci sapere cosa ne pensi

*